Vai al contenuto

26 gennaio 1821: nasce lo scultore Giovanni Spertini

In una fredda giornata come oggi, il 26 gennaio del 1821, veniva al mondo un frugoletto che sarebbe diventato col passare degli anni un abile scultore: Giovanni Spertini.

A soli quindici anni, Spertini si iscrisse all’Accademia di Brera cominciando a frequentare anche i laboratori di Giovanni Maria Benzoni, Labus e soprattutto Pietro Magni. Proprio il Magni avrà una grande influenza sul giovane ragazzo tanto che negli anni a seguire scolpirà La Scrittrice, un’opera che farà da pendant alla Leggitrice realizzata anni prima dall’altro scultore milanese.

Annunci

Giovanni Spertini partecipò a numerose rassegne espositive e con la sua Colomba Messaggera venne premiato all’esposizione di Filadelfia nel 1876. Realizza diverse opere, soprattutto busti come quelli di Mazzini e Garibaldi.

Senza dubbio l’opera sua più celebre è La Scrittrice che Spertini propose prima alla Promotrice di Firenze del 1867 e poi a Brera. La cosa più incredibile di questa scultura è la precisione con cui l’artista realizza anche i dettagli più piccoli. Gli intagli del tavolo di legno, la resa dei fogli, i pizzi e finanche i punti di cucitura della camicia da notte.

Annunci

Giovanni Spertini passò a miglior vita il 13 febbraio 1895 e le sue spoglie riposano al cimitero monumentale di Milano. Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento al prossimo post.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

31 luglio 1873: inizia il trasloco del David verso la Galleria dell’Accademia

Il 31 luglio ebbe inizio il lungo e difficoltoso trasloco del David da Piazza della Signoria verso la Galleria dell’Accademia.

Il lago di Isola Santa

Un bacino artificiale, tetti di ardesia, casette in pietra e boschi di castagno: è la sintesi di Isola Santa, un borgo suggestivo che sembra uscito da un racconto dei fratelli Grimm.

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: