Vai al contenuto

Mese: maggio 2016

Però che scudo fo di tutti loro

In quel medesmo tempo ch’io v’adoro, la memoria del mie stato infelice nel pensier mi ritorna, e piange e dice: ben ama chi ben arde, ov’io dimoro. Però che scudo […]

I miei versi trasformati in madrigali

Ho avuto molta influenza sui miei contemporanei non solo per quanto riguarda la scultura e la pittura ma anche su altre forme d’arte. I miei versi furono adoperati per scrivere […]

Le fatiche di Ercole

Ebbene si, anch’io mi sono fronteggiato con le Fatiche di Ercole: un soggetto mitologico proposto in non so quante varianti da un gran numero di artisti. Le fatiche sarebbero dodici […]

Il Tritone in cucina

A Settignano, in quella che una volta era la cucina  di Villa Michelangelo, c’è questo Tritone in parte andato perduto. Qualche esperto ha voluto vederci un satiro mentre altri addirittura […]

S’i’ avessi creduto al primo sguardo

  S’i’ avessi creduto al primo sguardo di quest’alma fenice al caldo sole rinnovarmi per foco, come suole nell’ultima vecchiezza, ond’io tutt’ardo,     qual più veloce cervio o lince o pardo segue […]

Giona: il profeta più grande

Dieci giornate impiegai per iniziare e finire Giona. Fu una delle ultime figure della volta che affrescai ed è caratterizzata da dimensioni maggiori rispetto a quelle degli altri profeti. Se […]