Vai al contenuto

Gli affreschi del Vasari nella cupola del Duomo di Firenze

La grande cupola del Brunelleschi è diventata dopo la sua costruzione un po’ il simbolo di Firenze. Basta vedere una sua foto per pensare subito alla città del giglio rosso, al Rinascimento e agli artisti che nel corso dei secoli hanno percorso le sue strade e stradine.

Sapete chi ha decorato l’interno della cupola? Probabilmente sì. Fra il 1572 e il 1579 il mio caro amico Giorgio Vasari e Federico Zuccari si arrampicarono fin lassù sui ponteggi per dar vita a un grandioso Giudizio Universale, lo stesso tema iconografico del vicino Battistero di San Giovanni.

Annunci

Il grande affresco di 3.600 metri quadrati comprende oltre 700 figure in totale: 248 angeli, 235 anime e 21 personificazioni, più 102 personaggi facente parti del mondo religioso, 35 dannati, mostri, putti, ritratti e 12 animali.

Nel progetto originale del Brunelleschi, l’interno della cupola avrebbe dovuto essere decorato con un grande mosaico ma successivamente Cosimo I de’ Medici preferì al mosaico un affresco e affidò il lavoro al Vasari.

Nel 1574 però il mio caro amico Giorgio morì e morì pure il Granduca Cosimo I. Il successore Granduca Francesco I volle far concludere il lavoro a Federico Zuccari.

Finalmente il 19 agosto del 1579 gli affreschi vennero svelati mostrando tutta la loro magnificenza.

Annunci

Cristo Giudice è circondato da un’aurea luminosa e dal suo tribunale formato da numerose allegorie, angeli e beati. Pensate cosa volle dire per il Vasari affrontare quel grande affresco a 90 metri di altezza con parecchi anni già a pesargli sulle spalle e sulle gambe.

Annunci

Zuccari portò a termine il lavoro cominciato dal Vasari in tre anni cambiando un po’ l’idea iniziale del predecessore. Se il Vasari s’era ispirato liberamente al mio modo di dipingere i corpi, Zuccari preferì riproporre uno stile più tipicamente raffaellesco. Tanto fu orgoglioso questo artista per aver lavorato a questo capolavoro che volle ricordare l’evento realizzandosi da solo una medaglia celebrativa, oggi conservata nelle collezioni del Bargello.

Il Giudizio Universale è stato sottoposto a un lungo intervento di restauro, iniziato nel 1980 e terminato nel 1995.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti.

Annunci

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

2 Comments »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: