Vai al contenuto

13 dicembre 1466: muore Donatello

Era un 13 dicembre come oggi ma del 1466 quando il grande Donatello passò a miglior vita. Chissà se pioveva come oggi quel giorno o se cadesse la neve a fiocchi grossi su tutta Firenze.

Fatto sta che oltre 550 anni quel grande artista se ne andò nel giorno di Santa Lucia alla bella età di 80 anni, lasciando ai posteri una cospicua eredità.

Annunci

Donato di Niccolò di Betto Bardi, chiamato da tutti Donatello, nacque proprio a Firenze nel 1386 e fu un abilissimo sculture ma anche un raffinatissimo orafo e disegnatore.

E’ stato uno dei padri del Rinascimento e uno degli scultori più abili di tutti i tempi. Non scolpiva con maestria solo il marmo ma anche la pietra serena e il legno. Celebri sono le sue fusioni in bronzo come gli straordinari pulpiti della Passione e della Resurrezione che si trovano all’interno del Duomo di San Lorenzo, restaurati da non molti anni.

il Pulpito della Passione di Donatello
Annunci

Donatello si mise al lavoro anche per realizzare i disegni di alcune delle vetrate tutt’oggi visibili nella chiesa di Santa Maria del Fiore.

Realizzò anche i disegni per la vetrata del tamburo della cupola di Santa Maria del Fiore a Firenze, che ha un diametro di 480 cm. Il progetto risale al 1434-1437 circa e ha come soggetto l’Incoronazione della Vergine

Annunci

«Donato fiorentino, detto Donatello, scultore da esser numerato tra li antichi, mirabile cierto in compositione el in varietà, pronto et con grande vivacità nello ordine, e nel situare le fiure, le quali tutte paiono in moto. Fu grande imitatore degli antichi, et di prospettive: fecie moltissime opere in Firenze, et altrove 

Donato Billi

Fra le opere più note di Donatello c’è sicuramente il suo David in bronzo risalente al 1440. Gli venne commissionato da Cosimo de’ Medici probabilmente per il cortile di Palazzo Medici: un capolavoro assoluto.

La prima fonte storica che segnala da qualche parte la presenza di questo David in bronzo è del 1469. In quel frangente l’opera si trovava nel cortile di Palazzo Medici in occasione delle nozze di Lorenzo il Magnifico con Clarice Orsini.

Annunci

Il David era stato sistemato su una colonna di marmi policromi che alla base era stata decorata con arpie e foglie. La colonna era stata realizzata da Desiderio da Settignano ma purtroppo è andata perduta chissà come e chissà quando.

Il David di Donatello oggi si trova al Museo Nazionale del Bargello, assieme al David scolpito nel marmo, un’opera precedente realizzata fra il 1408 e il 1409.

Annunci

“Donato si morì il dì 13 dicembre 1466, e fu sotterrato nella chiesa di San Lorenzo vicino alla sepoltura di Cosimo, come egli stesso aveva ordinato, a cagione che così gli fusse vicino il corpo già morto, come vivo sempre gliera stato presso con l’animo”.

Dalle Vite del Vasari

Donatello morì solo due anni dopo Cosimo il Vecchio e fu sepolto proprio per volere del padre della patria nei sotterranei della Basilica di San Lorenzo.

Oggi nella cripta della basilica c’è una lapide che fu posta in loco dall’Elettrice Palatina, Anna Maria Luisa de’ Medici e reca questa iscrizione: “Qui e’ sepolto Donatello, celeberrimo per aver ristabilito l’antica arte di scolpire e cesellare, carissimo ai principi medicei sommi patroni delle arti liberali i quali, come da vivo lo riverirono, anche da morto gli eressero un sepolcro in un luogo prossimo a loro.”

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Il primo progetto per la facciata di San Lorenzo

🇮🇹Il disegno di cui vi parlo oggi oggi riguarda il primo progetto che presentai nel dicembre del 1516 a papa Leone X per la realizzazione della facciata della Basilica di San Lorenzo, tutt’oggi incompiuta
🇬🇧The drawing I am talking about today concerns the first project that I presented in December 1516 to Pope Leo X for the construction of the facade of the Basilica of San Lorenzo, which is still unfinished today.

La Bologna del Rinascimento: la mostra diffusa in città

🇮🇹A Bologna sta per arrivare dalla National Gallery di Londra il ritratto di Giulio II di Raffaello per la mostra “Giulio II e Raffaello. Una nuova stagione del Rinascimento a Bologna” e in città si apre la mostra diffusa in 9 tappe fondamentali
🇬🇧 The portrait of Julius II by Raphael is about to arrive in Bologna from the National Gallery in London for the exhibition “Julius II and Raphael. A new season of the Renaissance in Bologna” and the exhibition in 9 fundamental stages opens in the city

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: