Skip to content
Annunci

Anche Noè si ubriacò

Eccolo qua Noè completamente nudo e ubriaco, quasi privo di sensi che giace semi-sdraiato. L’Ebbrezza di Noè è una delle nove storie della Genesi principali che dipinsi al centro della Volta nella Sistina.

Cam nota la presenza del babbo Noè completamente ubriaco e nudo al suolo. Chiamò subito i suoi fratelli Sem e Iafet per provvedere perlomeno a coprirlo e loro, per pudicizia, arrivarono al cospetto di Noè camminando all’indietro per evitare di guardarlo in quella condizione disastrosa. Cam però lo deride additandolo e il su’ babbo, appena si riprenderà dal torpore maledirà lui per quel gesto infame e tutta la sua stirpe.

In realtà quello che vedete con gli occhi non finisce lì. Mi spiego meglio o almeno ci provo.

Fino dai tempi di Sant’Agostino l’ubriachezza di Noè veniva considerata alla stregua di una visione profetica. Quale? La derisione del Cristo prima della Crocifissione. Nella parte più a sinistra raffigurai non a caso la piantagione di una vigna che stava proprio a simboleggiare l’Incarnazione. A volte quello che si vede con gli occhi non basta per capire quello che c’è dietro un’opera, quello che insomma vuol raccontare a chi tenta di decifrarla con un’altra chiave di lettura.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta. Lui qualche fiasco se l’è scolato nel corso dei secoli ma mai è arrivato all’ebbrezza che tolse per un po’ la lucidità a Mosè.

IMG_20160516_113051.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: