Vai al contenuto

L’Ascensione: i dipinti più celebri

Oggi la Chiesa ricorda l’Ascensione di Cristo al Cielo. Un tema affrontato da molti pittori nei secoli passati.

Per l’occasione voglio proporvi alcune delle opere più note dedicate all’evento narrato in questi termini nel Vangelo di Matteo: “In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato. Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono. Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo“.

L’Ascensione di Giotto

Nella Cappella degli Scrovegni a Padova è possibile ammirare l’Ascensione affrescata da Giotto fra il 1303 e il 1305. Fa parte del ciclo di affreschi delle storie della Passione di Gesù e si trova nel registro inferiore.

Cristo si eleva verso il cielo con le mani alzate mentre due angeli immediatamente sotto di lui spiegano a chi assiste cosa sta accadendo.

Annunci

L’Ascensione del Mantegna

L’Ascensione dipinta a tempera su tavola dal Mantegna fa parte di un trittico datato attorno al 1460, oggi conservato alla Galleria degli Uffizi. Il Cristo Benedicente con il vessillo bianco e rosso in mano ascende al cielo benedicendo i presenti che da sotto osservano la scena.

Il Cristo ha i piedi posati sopra una nuvoletta mentre le teste dei cherubini disposti a forma di mandorla lo circondano.

Annunci

L’Ascensione di Cristo di Pietro Perugino

Il Perugino dedicò all’Ascensione di Cristo un dipinto a olio su tavola fra il 1496 e il 1500, oggi visibile presso il Musée des Beaux-Arts di Lione. La tavola originariamente faceva parte di un grande polittico, destinato alla chiesa di San Pietro di Perugia.

Era l’8 marzo del 1495 quando il Perugino firmò il contratto stipulato con l’abate Lattanzio di Giuliano da Firenze. Il polittico avrebbe avuto una pala centrale raffigurante l’Ascensione più una lunetta con l’Eterno in mezzo alla gloria degli angeli e una predella. Due anni di tempo per concludere tutto il lavoro dietro un compenso di 500 ducati d’oro.

Annunci

L’Ascensione di Tintoretto

Tintoretto dipinse a olio su tela l’Ascensione fra il 1578 e il 1581 per la Scuola Grande di San Rocco a Venezia. Cristo ascende al cielo sostenuto da angeli che tengono in mano i rami d’olivo e le palme. In basso si nota la presenza degli apostoli sulla destra mentre a sinistra il protagonista della scena è un evangelista con l libro in mano.

Annunci

L’Ascensione di Rembrandt

Rembrandt dipinge l’Ascensione avvolgendo Cristo con una luce intensa mentre gli apostoli rimangono quasi nella completa oscurità. Un fortissimo contrasto in uno scenario notturno assai suggestivo. Cristo apre le braccia verso il cielo e in alto compare lo Spirito Santo nelle vesti di una colomba bianca.

Per il momento il sempre vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

The Ascension: the most famous paintings

Today the Church remembers Christ’s Ascension into Heaven. A theme faced by many painters in past centuries. For the occasion I want to offer you some of the best known works dedicated to the event narrated in these terms in the Gospel of Matthew: “At that time, the eleven disciples went to Galilee, on the mountain that Jesus had indicated to them. When they saw him, they bowed down. But they doubted. Jesus came up and said to them, “All power in heaven and on earth has been given to me. Go therefore and make disciples of all peoples, baptizing them in the name of the Father and of the Son and of the Holy Spirit, teaching them to observe all that I have commanded you. And behold, I am with you all the days, until the end of the world “.

Giotto’s Ascension

In the Scrovegni Chapel in Padua it is possible to admire the Ascension frescoed by Giotto between 1303 and 1305. It is part of the fresco cycle of the stories of the Passion of Jesus and is located in the lower register.

Christ rises to heaven with his hands raised while two angels immediately below him explain to the spectator what is happening.

The Ascension of Mantegna

The Ascension painted in tempera on wood by Mantegna is part of a triptych dated around 1460, now preserved in the Uffizi Gallery. The Blessing Christ with the red and white banner in his hand ascends to heaven blessing those present who observe the scene from below.

The Christ has his feet placed on a cloud while the heads of the cherubs arranged in the shape of an almond surround him.

The Ascension of Christ by Pietro Perugino

Perugino dedicated an oil painting on wood to the Ascension of Christ between 1496 and 1500, which can be seen today at the Musée des Beaux-Arts in Lyon. The panel was originally part of a large polyptych destined for the church of San Pietro in Perugia.

It was March 8, 1495 when Perugino signed the contract stipulated with the Abbot Lattanzio di Giuliano da Firenze. The polyptych would have had a central altarpiece depicting the Ascension plus a lunette with the Eternal in the midst of the glory of the angels and a predella. Two years to complete all the work for a fee of 500 gold ducats.

The Ascension of Tintoretto

Tintoretto painted the Ascension in oil on canvas between 1578 and 1581 for the Scuola Grande di San Rocco in Venice. Christ ascends to heaven supported by angels who hold olive branches and palm trees in their hands. Below you can see the presence of the apostles on the right while on the left the protagonist of the scene is an evangelist with a book in his hand.

Rembrandt’s Ascension

Rembrandt paints the Ascension enveloping Christ with an intense light while the apostles remain almost in complete darkness. A very strong contrast in a very suggestive nocturnal scenario. Christ opens his arms towards heaven and the Holy Spirit appears above in the guise of a white dove.

For the moment your always your Michelangelo Buonarroti greets you by giving you an appointment to the next posts and on social networks.

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

Il primo progetto per la facciata di San Lorenzo

🇮🇹Il disegno di cui vi parlo oggi oggi riguarda il primo progetto che presentai nel dicembre del 1516 a papa Leone X per la realizzazione della facciata della Basilica di San Lorenzo, tutt’oggi incompiuta
🇬🇧The drawing I am talking about today concerns the first project that I presented in December 1516 to Pope Leo X for the construction of the facade of the Basilica of San Lorenzo, which is still unfinished today.

La Bologna del Rinascimento: la mostra diffusa in città

🇮🇹A Bologna sta per arrivare dalla National Gallery di Londra il ritratto di Giulio II di Raffaello per la mostra “Giulio II e Raffaello. Una nuova stagione del Rinascimento a Bologna” e in città si apre la mostra diffusa in 9 tappe fondamentali
🇬🇧 The portrait of Julius II by Raphael is about to arrive in Bologna from the National Gallery in London for the exhibition “Julius II and Raphael. A new season of the Renaissance in Bologna” and the exhibition in 9 fundamental stages opens in the city

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: