Vai al contenuto

29 marzo: omaggio a Colalucci a un anno dalla sua scomparsa

“Colalucci ma non ha mai avuto paura di danneggiare in qualche punto Michelangelo?” Chiede il giornalista Nino Crescentini nel documentario da lui girato sui ponteggi della Sistina.

“No, paura di danneggiarlo no perché la paura l’ho prima di cominciare e quindi prendo tutte le precauzioni necessarie e comunque paura e dubbio nell’operazione di restauro è importante che ci siano perché questo serve a fare delle verifiche prima, durante e dopo il lavoro”. Risponde Gianluigi Colalucci.

Il restauratore Gianluigi Colalucci è venuto a mancare lo scorso anno, il 29 marzo 2021. Fu lui ad avere per primo l’intuizione che al di sotto i depositi smarriti di colle animali, polvere e sporcizia dei miei affreschi sistini, ci fossero colori molto più vividi assai diversi da quelli che da secoli eravamo abituati a vedere.

Annunci

Ha condotto innumerevoli restauri importanti ma sicuramente quello più noto è il cantiere della Cappella Sistina.

Fu il capo restauratore della volta della Sistina prima e del Giudizio Universale poi. Assieme alla sua squadra composta formata da Maurizio Rossi, Pier Giorgio Bonetti e Bruno Baratti, lavorò a quello che venne considerato il restauro del secolo, dal 1980 al 1994.

In quegli anni lui e la sua equipe hanno lavorato costantemente ripresi dalla Nippon Television Network Corporation che aveva finanziato il cartiere con ben 4,2 milioni di dollari in cambio dei diritti cinematografici.

Colalucci al lavoro sulla lunetta con Ruth e Obet
Annunci

Vi siete mai chiesti quale solvente adoperassero per sciogliere gli strati di sporco e colle animali che secolo dopo secolo si erano depositati sopra i miei affreschi? Era l’AB57, un solvente messo a punto dai tecnici dell’Istituto Centrale del Restauro, formulato e testato ampiamente nei 12 anni precedenti all’intervento di restauro eseguito sulla volta della Cappella Sistina.

Questo prodotto di sintesi conteneva bicarbonati e sali leggermente acidi, un fungicida e una gelatina che assieme all’acqua dava vita al solvente. Il modo di applicazione e i tempi furono però stabiliti direttamente dal team di restauro per pulire dalle patine che si erano accumulate nel corso dei secoli i 1200 metri quadrati di affresco.

Gianni Giansanti/Gamma-Rapho
Annunci

“Conosco quella pittura centimetro per centimetro, sono stato impastato con Michelangelo, la sua pittura è parte di me”.

Gianluigi Colalucci

Sapete, mi rimane il rimpianto di non aver fatto in tempo a conoscerlo di persona. Sarebbe stata l’occasione giusta per dirgli grazie.

Prima di lasciarvi, vi propongo il documentario integrale di Nino Crescentini e un altro interessante filmato in cui Colalucci ricorda gli anni in cui stava lavorando al restauro del secolo. Buona visione dal vostro Michelangelo Buonarroti.

Annunci

March 29: homage to Colalucci one year after his death

“Colalucci, but has he never been afraid of damaging Michelangelo at some point?” Asks the journalist Nino Crescentini in the documentary he shot on the scaffolding of the Sistine Chapel.

“No, I’m afraid of damaging it, no because I have fear before starting and therefore I take all the necessary precautions and in any case fear and doubt in the restoration operation it is important that they exist because this is used to carry out checks before, during and after the work “. Gianluigi Colalucci answers.

The restorer Gianluigi Colalucci passed away last year, on March 29, 2021. He was the first to have the intuition that under the lost deposits of animal glues, dust and dirt in my Sistine frescoes, there were much more colors very different from those we had been accustomed to seeing for centuries.

He has carried out countless important restorations but certainly the best known is the construction site of the Sistine Chapel.

Colalucci al lavoro sulla lunetta con Ruth e Obet
Annunci

He was the chief restorer of the Sistine vault first and then of the Last Judgment. Together with his team made up of Maurizio Rossi, Pier Giorgio Bonetti and Bruno Baratti, he worked on what was considered the restoration of the century, from 1980 to 1994.

In those years, he and his team worked constantly under the Nippon Television Network Corporation which had financed the paper mill with 4.2 million dollars in exchange for the film rights.

Have you ever wondered which solvent they used to dissolve the layers of dirt and animals that had deposited on my frescoes century after century? It was AB57, a solvent developed by the technicians of the Central Institute of Restoration, formulated and tested extensively in the 12 years preceding the restoration work carried out on the vault of the Sistine Chapel.

This synthetic product contained bicarbonates and slightly acidic salts, a fungicide and a gelatin which together with the water gave life to the solvent. However, the method of application and the times were established directly by the restoration team to clean the 1200 square meters of fresco from the patinas that had accumulated over the centuries.

Annunci

“I know that painting inch by inch, I was mixed with Michelangelo, his painting is part of me”.

Gianluigi Colalucci

You know, I still regret not having had time to meet him in person. It would have been the right occasion to say thank you.

Before leaving you, I propose the full documentary by Nino Crescentini and another interesting film in which Colalucci remembers the years in which he was working on the restoration of the century. Good vision from your Michelangelo Buonarroti.

Annunci

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

  • Il gruppo del Baroncelli e di Paris alla mostra “Donatello. Il Rinascimento”

    Il gruppo del Baroncelli e di Paris alla mostra “Donatello. Il Rinascimento”

    🇮🇹Nel percorso espositivo della mostra “Donatello. Il Rinascimento” ci si trova faccia a faccia con il Crocifisso, la Madonna e San Giovanni dolenti, San Maurelio e San Giorgio col drago in bronzo e ottone di Niccolò Baroncelli e Domenico di Paris. 🇬🇧In the exhibition itinerary of the exhibition “Donatello. The Renaissance” we come face to face with the Crucifix, the Madonna and San Giovanni dolenti, San Maurelio and San Giorgio with the dragon in bronze and brass by Niccolò Baroncelli and Domenico di Paris.

  • Palazzo Vecchio: i mobiletti a commesso fiorentino

    Palazzo Vecchio: i mobiletti a commesso fiorentino

    🇮🇹Girovagando fra un ambiente e l’altro di Palazzo vecchio inevitabilmente ci si ritrova dinnanzi a mirabili mobiletti intarsiati con marmi e pietre dure preziose e semipreziose…. 🇬🇧Wandering from one room to another in the Palazzo Vecchio, one inevitably finds oneself in front of admirable cabinets inlaid with marble and precious and semiprecious semiprecious stones….

  • 21 maggio 1972: l’album fotografico a 50 anni dall’attentato alla Pietà Vaticana

    21 maggio 1972: l’album fotografico a 50 anni dall’attentato alla Pietà Vaticana

    🇮🇹Sono ormai trascorsi esattamente cinquant’anni da quando il trentaquattrenne australiano Lazlo Toth inveì con una mazzetta sopra la Pietà Vaticana e per l’occasione voglio proporvi alcune delle immagini più significative di quel momento ma non solo… 🇬🇧 Exactly fifty years have now passed since the thirty-four-year-old Australian Lazlo Toth railed with a bribe over the Vatican Pietà and for the occasion I want to offer you some of the most significant images of that moment but not only …

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: