Vai al contenuto

Roma: quell’affresco mio mancato

I potenti del mondo allora conosciuto avrebbero fatto carte false per avere un’opera mia, fosse anche un disegno piccoletto da incorniciare e far sistemare nel salone più lussuoso della propria dimora. Non mi lasciavano pace e se avessi dato retta a loro, non mi sarebbero bastate tre o quattro vite intere per realizzare tutto ciò che mi stavano chiedendo.

Mentre ero parecchio impegnato a lavorare agli affreschi della Volta della Sistina, ci fu un cardinale che mi chiese un altro affresco. Si sarebbe accontentato di un’opera minuta ma come sapete le robe piccole non mi sono mai andate a genio. Sedetevi comodi che vi racconto questa storia che forse ancora non conoscete.

Ritratto di Francesco Alidosi Attribuito a Raffaello, oggi al Museo del Prado-Madrid
Annunci

Da dove comincio? Dall’inizio, mi par giusto. Francesco Alidosi era un cardinale che conoscevo assai. Estimatore del Sangallo, non esitava mai a mettere becco per difendere le mie ragioni davanti a papa Giulio II nelle diatribe con l’architetto che poco amavo e parecchio detestavo.

Era il terzo figliolo di Giovanni Alidosi, il signore del superbo Castel del Rio. Colto come all’epoca non lo erano in molti, aveva studiato teologia presso l’Università di Bologna per poi trasferirsi a Roma. Lavorò prima alla corte di papa Sisto IV e poi entrò nei favori del futuro papa Giulio II della Rovere. Fu suo ciambellano, poi tesoriere e fu nominato vescovo di Pavia nel 1505 e due anni più tardi ricevette la porpora cardinalizia.

Palazzo Alidosi a Castel del Rio, Bologna, edificato su progetto del Sangallo

V’ho fatto tutto questo preambolo per inquadrare bene il soggetto della questione: il cardinale Francesco Alidosi. Ebbene, il 3 maggio del 1510, mentre ero tutto assorbito dal grandioso progetto della volta della Sistina, Alidosi prese carta e penna per scrivermi una lettera. Anche lui avrebbe voluto un’opera mia ma non un disegno ma un affresco per la cappella che aveva da poco fatto edificare all’interno del Castello Pontificio della Magliana.

Annunci

A detta sua quella cappella era poca cosa e un affresco mio la avrebbe resa molto più grandiosa. Nello specifico gli sarebbe garbato avere un bel San Giovanni Battista nell’atto di battezzare Gesù nelle acque del Giordano. Il cardinale specifica anche di sapere quanto sia occupato ma nonostante i giri di parole poco gli importava, quell’affresco l’avrebbe voluto eccome mettendo nero su bianco che per lui ancora non avevo realizzato niente: “Et perhò, quantunche cognoscamo che site occupatissimo, tamen ve pregamo et astringemo, si mai havete da fare cosa alcuna per noi, vogliate compiacerne in fare dicte due figurette, le quale simo per estimare molto più che tucto dicto edifitio“.

Come potete immaginarvi mai realizzai quel lavoro: ero affaccendato in tutt’altre questioni. A seguire vi riporto la lettera integrale.

Ravenna, 3 maggio 1510

 Excellens vir nobis dilectissime, salutem. Havendo noi, ad satisfactione de la Santità de Nostro Signore, edificato in la Magliana uno grande edifitio et havendoce facto una piccola capelletta, voressemo compensare la piccoleza de dicta capella con la bontà de le picture.

Unde desideraressemo, fra li altri, haverci di mano vostra, como di quello che supera tucti li altri, uno San Johanni Baptista che baptizasse Nostro Signore Jesù Christo, depinto in fresco et di figure non molto grande, secondo dal presente nostro secretario più ad pieno intenderete.

A noi ne pare possere disponere et pigliare securtà de voi, como voi, per le vostre uniche virtù, in tucte le vostre occurrentie possete pigliarla de noi. Et perhò, quantunche cognoscamo che site occupatissimo, tamen ve pregamo et astringemo, si mai havete da fare cosa alcuna per noi, vogliate compiacerne in fare dicte due figurette, le quale simo per estimare molto più che tucto dicto edifitio; et oltra le obligationi, quali in perpetuo ve haveremo, non simo [per esserv]e ingrati, a voi sempre in tucti vostri commodi offerrendone paratissimi.

Bene valete. Datae Rhavennae, IIIa Maii MDXFranciscus cardinalis Papiensis.Excellenti viro domino Michaelangelo Florentino, in pictura ac statuaria arte principi, nobis dilectissimo. Franciscus cardinalis Papiensis, Bononiae ac Romandiolae etc. legatus.

Il Castello Pontificio della Magliana

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

La Cappella Sistina: l’ultimo libro di Forcellino

Oggi vorrei proporvi l’ultimo libro che ho letto che mi riguarda da molto vicino. È l’ultima fatica letteraria del restauratore, studioso del rinascimento e scrittore Antonio Forcellino: La Cappella Sistina, racconto di un capolavoro.

Il Colosseo con Alberto Angela: gratis online

Se oggi pomeriggio come me siete in zona rossa e dovete rimanere in casa oppure comunque preferite rimanere al calduccio seduti sul divani, vi propongo qualcosa di interessante da vedere: una bella puntata di Ulisse con Alberto Angela alla scoperta della nascita di uno dei capolavori architettonici più famoso dell’antica Roma: il Colosseo.

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: