Vai al contenuto
Annunci

Tag: carteggio

Quella chiesa di Lucca, quale sarà?

Scartabellando fra le lettere che ricevetti secoli or sono, ho trovato questa che ritengo sia particolarmente interessante. Me la scrisse un tal Martino Bernardini da Luccanei primi anni del Cinquecento. […]

Ceci rossi e bianchi

Di lettere ne scrissi tante… e che ci volete fare: l’unico modo di comunicare a distanza era quello di scrivere i discorsi sulla carta che olretutto costava un occhio della […]

Una lettera autografa del Cavalieri

Nell’aprile del 1532, dopo essermi occupato delle fortificazioni fiorentine, mi recai a Roma con l’intenzione di rimetter mano alla Tomba di Giulio II che oramai mi trascinavi dietro da troppi […]

Tornando libererete me di prigione

Tommaso, il mio amato Tommaso mi scrisse questa lettera rispondendo a una precedente mia. Io a Firenze e lui a Roma, legati con lacci invisibili ma così stretti che quasi […]

La bottega fallita

Il mi babbo e i i miei fratelli volevano aprire  una bottega e indovinate un po’ a chi chiesero le palanche? A me, ovvio. Loro però mica avevano naso per […]

L’ultima lettera di mano mia

Quella che segue è l’ultima lettera che scrissi interamente di pugno mio. Ne esiste una successiva nella quale però Daniele da Volterra mi aiutò a terminare di mettere nero su […]

Il Vari che voleva il suo Cristo Risorto

Erano già passati tre anni e sette mesi da quando Metello Vari m’aveva commissionato il Cristo Portacroce da sistemare nella chiesa di Santa Maria sopra Minerva ma ancora non avevo […]

Non lo potevo licenziare

Questa che vedete a seguire è la lettera che scrissi a Piero Gondi, il 26 gennaio del 1524. Il tema di questo scritto è una questione spinosa relativa a un […]

Un bambino da crescere come un nipote

Il mio assistente e grande amico Urbino passò a miglior vita molto giovane. Per vent’anni lavorammo assieme ma un triste giorno Nostro Signore lo richiamò a sè lasciando solo me.Era […]