Skip to content
Annunci

Da Piazza della Signoria alla Galleria dell’Accademia

Questa che vedete a seguire è una foto assai particolare che ritrae il mio David ancora in Piazza della Signora, al riparo sotto una tettoia provvisoria e dotato di foglia di fico per coprire i genitali. Un’immagine che risale, mese più mese meno, al 1857.

Qualche anno prima, nel 1843, Aristodemo Costoli, su incarico affidato dal direttore delle Regie Fabbriche Bartolini, eseguì un restauro assai azzardato adoperando acido cloridrico (candeggina) più o meno concentrato che corrose il marmo. In alcune parti adoperò anche delle spazzole in ferro che lasciarono segni assai evidenti a distanza ravvicinata. Oramai lo scempio era compiuto ma quel restauro aveva accelerato il processo di corrosione da parte degli agenti atmosferici. Si decise dunque di realizzare una tettoia per proteggere il David dal rapido deterioramento.

Nel 1872, grazie anche all’interessamento e alle pressioni fatte dello scultore Bartolini, venne deciso di trasferire in un luogo protetto il David. Per scegliere la nuova collocazione si aprì un dibattito che durò a lungo e alla fine venne deciso di portare il gigante alla Galleria dell’Accademia di Firenze.

All’architetto Emilio de Fabris spettò il compito di creare uno spazio apposito per accogliere e valorizzare la mia opera. I lavori di edificazione della Tribuna iniziarono nel 1873 e si conclusero solo nel 1882.

Spostare da Piazza della Signoria fino alla Galleria dell’Accademia il David fu un’impresa colossale, alla stregua di quella che secoli prima era stata organizzata per portare dal Duomo fino all’arengario di Palazzo Vecchio il David.

Gli ingeneri Poggi e Porra progettarono uno speciale carrello di legno che potesse scorrere agevolmente sulle rotaie e che al contempo potesse mantenere in sicurezza l’opera durante tutta la fase del trasporto.

Purtroppo il basamento originale recante la scritta latina Exemplum salutis publicae cives posvere venne distrutto e di lui ne rimane solo un flebile ricordo in qualche foto come questa che vedete a seguire.

Il trasferimento durò cinque giorni: dal 31 luglio al 4 di agosto del 1873. Il David fece il suo ingresso trionfale nella Galleria dell’Accademia passando attraverso un varco appositamente aperto in una delle pareti. Le foto dell’epoca così come le cronache documentano che l’impresa venne vissuta dai fiorentini come un grandioso evento. Le strade erano piene zeppe di curiosi che non volevano perdere l’occasione di vedere il David spostarsi poco a poco. Prima di essere esposto di nuovo al pubblico, il David dovette attendere qualche anno ancora ovvero fino alla ultimazione della sua tribuna.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti

16105571_1219800864733755_2145196899902374522_n.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: