Il Museo Tattile Statale Omero

Oggi voglio proporvi qualcosa di decisamente insolito che vale la pena conoscere: il Museo Tattile Statale Omero. Si tratta di un progetto interessante che consente a tutti gli avventori di scoprire attraverso il tatto opere prestigiose come la mia Pietà Vaticana, il David e molti altri capolavori. Non si paga il biglietto per entrare e si possono conoscere in maniera approfondita attraverso il tatto le riproduzioni di capolavori assoluti dell’arte.

Il tatto è la via percettiva esclusa in tutti i musei mentre qua è possibile approfondire anche questo tipo di conoscenza. Un museo ideato per i non vedenti, per dare modo a chi non può vedere di conoscere le opere che tutto il mondo ammira non solo attraverso i racconti e le descrizioni fatte dagli altri. Scoprire volumi, atteggiamenti e tensioni attraverso le mani è un’esperienza emozionante per tutti, bambini compresi.

La collezione del Museo Omero ha avuto inizio negli anni Novanta ma nel corso del tempo si è arricchita di ulteriori elementi. Attualmente conta oltre 300 opere di copie di sculture sia di arte antica che moderna ma ci sono anche sculture originali del Novecento da scoprire. Non mancano modelli architettonici in scala e reperti archeologici importanti originali.

Attualmente il museo si trova all’interno della preziosa cornice della Mole Vanvitelliana, ad Ancona. Sono in previsione altri importanti acquisti soprattutto di modelli architettonici.

Il percorso museale prevede copie dal vero sia in gesso che in resina realizzate nel periodo compreso fra la classicità greca e il Novecento. Il protagonista indiscusso del periodo rinascimentale non potevo che essere io mentre per il Barocco c’è quel genio del Bernini. Infine, parlando di eccellenze, per il periodo neoclassico è stato scelto il Canova.

Il percorso si conclude con opere contemporanee originali realizzate sia da artisti italiani che internazionali: da Pistoletto a Carron, da Blasi a Mannucci e molti altri ancora.

Le opere esposte sono accompagnate da descrizioni in Braille per renderle leggibili ai non vedenti.

Se avete l’opportunità di passare da Ancona, non perdete l’occasione di visitare l’interessante Museo Tattile Omero. Perchè è possibile l’accesso gratuito a un museo del genere? Perché come sempre dietro c’è uno sponsor  privato, alias Tod’s, che dal 2003 sostiene questo importante progetto non solo per i non vedenti, ma a beneficio di tutti.

Prima di salutarvi vi lascio in visone la copia della mia Pietà Vaticana presente all’interno del museo. Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti.

pieta-michelangelo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...