Skip to content
Annunci

Lo smantellamento del Corridoio Vasariano

Il Corridoio Vasariano è uno dei luoghi più suggestivi e belli che possano essere visitati. Fu realizzato dal Vasari su commissione di Cosimo I de’ Medici nel 1565 e collega Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti. Consente di avere una visuale insolita e assai suggestiva sulla città.

Al suo interno c’è la collezione più nota e preziosa di autoritratti, conosciuta nel mondo intero per la qualità e per il numero di opere esposte.

L’accesso al corridoio attualmente è molto limitato. Viene aperto periodicamente e i biglietti hanno un costo non proprio alla portata di tutti. Cliccate qui se volete saperne un po’ di più sul magnifico Corridoio Vasariano.

Le cose sembra stiano per cambiare presto ma ahimè non in maniera positiva. Schmidt, il neo direttore della Galleria degli Uffizi che da quando è entrato non ha fatto altro che trattare la prestigiosa galleria come un qualsiasi prodotto da monetizzare, vuole creare un unico percorso museale che unisca gli Uffizi al Giardino di Boboli. “Cammino del Principe” lo chiama. La motivazione di tutto questo trambusto? Rendere accessibile il corridoio a tutti. Niente più Balla, Delaroix, Velasquez, Rembrand e De Chirico ma solo una galleria vuota per ammirare il panorama e un biglietto unico per gli Uffizi e il Corridoio. A parte il fatto che il Corridoio svuotato perde parte del suo fascino e del suo valore artistico, ma poi non si potrebbero invece cambiare le costosissime modalità di accesso di adesso e aprirlo un po’ più spesso?

Non ci sono soldi per la sorveglianza? Quelli per pagare progetti, architetti e la sorveglianza a un nuovo museo allestito con gli autoritratti però mi dite da dove saltano fuori? Ovvio, sarebbe un problema tante persone in un luogo stretto a diretto contatto con queste opere ma le soluzioni ci sono, basta metterle in pratica e regolare gli accessi permettendo solo un tot di visite al giorno.

Niente da fare! Si smantella tutto!

La cosa che più mi scandalizza e che mi fa inorridire è che il ministro Franceschini è entusiasta di questa proposta. Già, che ci vuole! Stravolgiamo tutto e trasferiamo gli oltre 1000 dipinti chissà dove. Che vuoi che sia un Rembrandt o un Canova portato in altra sede espositiva. Oppure chiudiamo tutto nei depositi che già sono più sovraffollati delle carceri italiane.

I lavori, stando alle dichiarazioni del direttore degli Uffizi, partirebbero prima della fine dell’anno e già gli architetti sono in fase di progettazione e si stanno occupando di richiedere tutte le autorizzazioni del caso. Per favore, negate ogni autorizzazione.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti che spera nelle dimissioni di Franceschini in tempi brevi per salvare il salvabile e nel ritorno di Natali alla direzione degli Uffizi.

Abbiate pietà di noi

corridoio-1

????????????????????????????????????

Corridoio-vasariano_image_ini_620x465_downonly

santa-felicita

Il passaggio del Corridoio Vasariano all’interno di Santa Felicita

Annunci

18 Comments »

  1. A me non pare una cattiva idea: al momento vedere il Corridoio e’ cosa da pochi eletti, sia in termini organizzativi per la prenotazione, ecc., sia in termini di costo. Includere anche il Corridoio nel biglietto degli Uffizi o in quello di Pitti (anche aumentati) non mi sembrerebbe una follia.
    Di sicuro le opere andrebbero spostate e mi sembra che le Ville Medicee potrebbero rappresentare una soluzione e forse sarebbero portate a nuova vita ma sono anche certo che a Firenze ci sono molte altre soluzioni.
    Personalmente condivido lo sforzo per rendere economicamente piu’ efficenti i monumenti del nostro Paese. Mi sembra che si innesterebbe un percorso virtuoso: se i monumenti rendono, si possono fare investimenti per renderli piu’ attraenti; se si fanno investimenti si crea lavoro e si attraggono piu’ turisti; se si attraggono piu’ turisti ……..
    Non pretendo di avere ragione ma mi piacerebbe capire perche’
    Cari saluti

    Mi piace

  2. O Michelangelo, ti sei bevuto il cervello? Il Vasariano non è un posto salubre per gli autoritratti, che si congelano d’inverno e cuociono d’estate. Ammettiamolo, via, finora non ci aveva pensato nessuno. L’ha detto chiaro Schmidt: lì andranno altre opere, più consone e meno sensibili alle variazioni del clima

    Mi piace

    • Costa meno realizzare un buon isolamento piuttosto che una nuova uscita al Giardino di Boboli, uscite di sicurezza, probabilmente bagni e un trasloco di massa di più di 1000 opere. A quanto pare il cervello non me lo son bevuto solo io.

      Mi piace

      • Mi spiace, non conosci le strutture del Vasariano, parli a vanvera. Perché nessuno consulta gli esperti dell’Opificio, prima di citare vecchi funzionari gelosi e incompetenti?

        Mi piace

      • Ma tu evidentemente non hai idea di cosa significhi un isolamento adatto alle esigenze di un museo. Scusa, mi sembra che tu parli senza conoscenze di causa. Ma perché non fai una telefonata a un un istituto competente e indipendente, come l’Opificio delle Pietre Dure o l’Istituto Centrale del Restauro, così senti di cosa si tratta? Ti farebbe bene, e così ti daresti una calmata. Oppure c’è altro dietro queste tue tirate? Visto come scrivi, mi sembra che tu abbia degli interessi economici a mantenere le cose come stanno

        Mi piace

  3. arroganza! A me sembra che veramente in questi tuoi commenti (lascio stare il fatto d’avermi dato dell’arrogante) ci sia solo bisogno di polemizzare. Agli Uffizi, l’ha detto chiaro Schmidt, ancora studiare le soluzioni, questo è un progetto di massima, e già tu cominci a protestare… se vuoi muovere loro un’accusa, magari è quella di aver parlato troppo presto, prima che abbiano delle prove provate che si può realizzare il progetto. Ma la sua fattibilità pratica, per forza passerà al vaglio di esperti e ingegneri e architetti. Io non sono un’esperta, ma è andata così anche per l’ampliamento degli Uffizi, no? Piuttosto, mi sembra che i tuoi toni troppo accesi non siano d’aiuto a una discussione vera, e magari lascino solo spazio a qualche tifoso xenofobo (c’è qualche commento sopra che mi pare di questo stampo)

    Mi piace

  4. Mi pare che si sia caduti in una polemica sterile. Inoltre, se uno apre un forum di discussione dovrebbe permettere a tutti di esprimere opinioni anche diverse, senza arrivare al “Se a lei non piace…”
    Tornando all’argomento che ci interessa, credo che Sandra abbia detto cose giuste e mi domando anche come possa essere operativo un museo (l’attuale Corridoio) senza uscite di sicurezza, ecc. Voglio dire che forse i lavori vanno comunque fatti, o no?
    State bravi!

    Mi piace

      • Capisco ma mi sembra che entrambi abbiate messo velocemente la mano ai ferri. Cio’ detto, mi piacerebbe saper cosa pensi di quello che ho scritto l’altro ieri e oggi.
        Cordiali saluti

        Mi piace

      • Beh! che dire? ho seguito tutta la discussione e pur non trovandomi completamente d’accordo con Michelangelo devo tuttavia dargli atto che simili interventi come quelli che ho letto, rappresentano soltanto sterile polemica, sia per i contenuti ma anche per la forma con cui vengono espressi, fare riferimento ad altri commenti nello stesso dibattito e tacciarli di superficialita’ solo perche’ non siamo d’accordo con essi, rappresentano una forma di arroganza e di maleducazione.
        Nel mio blog, avrei stroncato subito simili atteggiamenti.
        Michelangelo, sei davvero un artista con molta comprensione…forse troppa!!
        Buona giornata…..

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: