Vai al contenuto
Annunci

Lettera da Seravezza a Pietro Urbano

Scartabellando a destra e a manca, questa mattina ho ritrovato una lettera che scrissi sulla spalletta del fiume a Seravezza. Chi era il destinatario? Pietro Urbano che in quel momento si trovava a Firenze. Leone X m’aveva obbligato a cavar marmi dalle cave nelle cave di quella zona… un lavoraccio durante il quale spesi solo tempo, energie e non ne ricavai nulla.

Seravezza 20 Aprile del 1519

Pietro,

le chose sono andate molto male e questo è che sabato mactina io mi messi a fare chollare una cholonna chon grande ordine, e non manchava chosa nessuna; e poi che io l’ebbi chollata forse cinquanta braccia, si rupe uno anello dell’ulivella che era alla cholonna, e lla cholonna se n’andò nel fiume in cento pezzi.

El decto anello l’avea facto fare Donato a un suo chompare Lazero ferraro; e quanto all’essere recipiente, quando fussi stato buono era per reggere quatro cholonne, e a vederlo di fuora non ci parea dubbio nessuno. Poi che s’è rocto, abbiàno visto la ribalderia grande che e’ non era saldo drento niente, e non v’era tanto ferro per grossezza che tenessi quante una chostola di choltello; i’ modo che io mi maraviglio che reggiessi tanto. Siàno stati a un grandissimo pericholo della vita ctutti che eravamo actorno, e èssi guasto una mirabil pietra.

Io lasciai questo charnovale questa cura di questi ferri a Donato, che andassi alla ferriera e togliessi ferri dolci e buoni. Tu vedi chome e’ m’à tractato. E le chasse delle taglie che e’ m’à facte fare sono anche, nel chollare questa cholonna, chrepate tucte nell’anello, e sono anche loro state per rompersi; e son dua volte maggiore che quelle dell’Opera, che, se fussi buon ferro, reggerieno un peso infinito.

Ma ‘l ferro è chrudo e tristo, e non si poteva far peggio; e questo è che Donato si tien chon questo suo chompare, e à mandato lui alla ferriera e àmi servito chome tu vedi.

Bisogna aver patientia. Io sarò costà queste feste, e chomi[n]ciereno a llavorare, se piacerà a Dio.

Rachomandami a Francescho Scharfi. A dì venti d’aprile. Michelagniolo in Seraveza. A Pietro Urbano in chasa Michelagniolo schultore in Firenze.

 

michel

il sempre vostro Michelangelo Buonarroti

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: