Vai al contenuto

Parmigianino: il prodigio e la sconfitta

“Parmigianino, il prodigio e la sconfitta” è un interessante racconto proposto in forma di inchiesta che ricostruisce l’intero percorso artistico dell’artista.

 Il Parmigianino aveva cominciato a imparare il mestiere dai suoi zii artisti: Michele e Pier Ilario Mazzola. Certo erano pittori assai modesti ma in ogni modo gli diedero quelle prime nozioni che risulteranno per lui un fondamentale apprendimento.

La prima importante commissione che gli venne affidata furono gli affreschi per la chiesa di San Giovanni Evangelista, cominciati nel 1521 e portati a termine nei tre anni a seguire.

Parmigianino Cupido che fabbrica larco dettaglio 1533 1535 Il Kunsthistorisches Museum di Vienna
Annunci

In questo documentario vengono messe in luce le eccezionali innovazioni che il Parmigianino ha apportato al mondo dell’arte. Il Vasari lo definì addirittura alchimista e c’è una ragione ben precisa che potrete approfondire guardando l’interessante approfondimento che vi propongo.

Il documentario Parmigianino, il prodigio e la sconfitta lo potete vedere cliccando QUA.

Annunci

Il libro

Se volete conoscere meglio questo grande artista, vi consiglio vivamente il libro Parmigianino a cura di Alessandro Tosi.

“Bisognerebbe essere un poeta per meglio comprendere Parmigianino. La poesia lo affascinava e i poeti erano tra gli amici più cari. Certo occorrerebbe essere un pittore. Pittore, s’intende, di grande mestiere e sensibilità, in grado di capirne le raffinatezze di stesure e passaggi cromatici, di seguirne lo svolgimento di pensiero pittorico sin dalla composizione della tavolozza…

Forse bisognerebbe essere uno scienziato, un medico o un farmacista. Come lo erano altri suoi amici e committenti, uniti dall’artista dalla curiosità di indagare ogni forma della realtà naturale, umana o animale, vegetale o minerale, e prevederne le possibili trasformazioni. Oppure un musicista, magari un maestro di liuto capace di ritrovare inattese corrispondenze visive di accordi e partiture. E poi un filosofo, un letterato, uno studioso di testi religiosi. Perché di tutto questo parla l’arte del Parmigianino.” Dalla prefazione di Parmigianino di Tosi.

Buona lettura dunque dal vostro Michelangelo Buonarroti e le sue proposte letterarie e non solo. Ai prossimi post su questa pagina e sui miei social. Vi aspetto.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

  • Il gruppo del Baroncelli e di Paris alla mostra “Donatello. Il Rinascimento”

    Il gruppo del Baroncelli e di Paris alla mostra “Donatello. Il Rinascimento”

    🇮🇹Nel percorso espositivo della mostra “Donatello. Il Rinascimento” ci si trova faccia a faccia con il Crocifisso, la Madonna e San Giovanni dolenti, San Maurelio e San Giorgio col drago in bronzo e ottone di Niccolò Baroncelli e Domenico di Paris. 🇬🇧In the exhibition itinerary of the exhibition “Donatello. The Renaissance” we come face to face with the Crucifix, the Madonna and San Giovanni dolenti, San Maurelio and San Giorgio with the dragon in bronze and brass by Niccolò Baroncelli and Domenico di Paris.

  • Palazzo Vecchio: i mobiletti a commesso fiorentino

    Palazzo Vecchio: i mobiletti a commesso fiorentino

    🇮🇹Girovagando fra un ambiente e l’altro di Palazzo vecchio inevitabilmente ci si ritrova dinnanzi a mirabili mobiletti intarsiati con marmi e pietre dure preziose e semipreziose…. 🇬🇧Wandering from one room to another in the Palazzo Vecchio, one inevitably finds oneself in front of admirable cabinets inlaid with marble and precious and semiprecious semiprecious stones….

  • 21 maggio 1972: l’album fotografico a 50 anni dall’attentato alla Pietà Vaticana

    21 maggio 1972: l’album fotografico a 50 anni dall’attentato alla Pietà Vaticana

    🇮🇹Sono ormai trascorsi esattamente cinquant’anni da quando il trentaquattrenne australiano Lazlo Toth inveì con una mazzetta sopra la Pietà Vaticana e per l’occasione voglio proporvi alcune delle immagini più significative di quel momento ma non solo… 🇬🇧 Exactly fifty years have now passed since the thirty-four-year-old Australian Lazlo Toth railed with a bribe over the Vatican Pietà and for the occasion I want to offer you some of the most significant images of that moment but not only …

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: