Vai al contenuto

Officina Bardini: la nuova mostra al Museo Stefano Bardini

Stefano Bardini, il principe degli antiquari, passò a miglior vita cento anni fa e precisamente il 12 settembre del 1922.

Per celebrare questo importante centenario è stata allestita presso il Museo Stefano Bardini di Firenze la mostra Officina Bardini che aprirà le porte al pubblico il 30 di settembre e rimarrà aperta fino al 20 novembre 2022.

Annunci

Il percorso espositivo propone una selezione di oggetti e strumenti di lavoro affiancati a preziosi documenti d’archivio e testimonianze artistiche arrivate per l’occasione da Palazzo Mozzi Bardini.

Il visitatore verrà introdotto alla scoperta delle attività imprenditoriali dell’antiquario Stefano Bardini e di suo figlio Ugo che ne seguì fruttuosamente le tracce per comprenderne meglio la metodologia di lavoro e il sistema artigianale correlato assai complesso.

Annunci

L’esposizione è stata curata da Giulia Coco e Marco Mozzo con il coordimanento scientifico di Carlo Francini e Valentina Zucchi.

Con la mostra dedicata a Stefano Bardini e al metodo di lavoro utilizzato nei suoi ‘laboratori’, ospitati nel palazzo dei Mozzi, oggi sede della nostra Direzione regionale musei, si rende conto dell’immenso lavoro che lo staff curatoriale delle Raccolte Bardini di pertinenza del Ministero della Cultura sta portando avanti da anni per conoscere, studiare, inventariare, schedare, restaurare, mantenere e conservare l’enorme quantità e varietà di materiali provenienti dalla Eredità Bardini, oggi di proprietà dello Stato” spiega Stefano Casciu, Direttore Regionale Musei della Toscana.

Annunci

La mostra Officina Bardini comprende oltre cento esemplari appartenenti alla Eredità Bardini che abitualmente sono conservati presso i depositi di Palazzo Mozzi.

Il Palazzo Mozzi Bardini fu acquistato da Stefano Bardini nel 1911 e divenne subito il punto focale del sistema imprenditoriale da lui creato e portato avanti. Una sorta di fabbrica dell’arte nella quale restauratori, artisti e artigiani lavoravano quotidianamente.

Annunci

La mostra Officina Bardini allestita presso il Museo Stefano Bardini si articola in più sezioni e consente di entrare nel dietro le quinte della creazione delle opere in stile e dei noti pastiches o delle rielaborazioni che fanno tutt’oggi parte delle collezioni del museo.

Tessuticoramielementi lignei e decorazioni d’interni e poi mirabili rilievi di Madonne con Bambino, che tanto spazio ebbero nel commercio Bardini. Nelle teche sono esposte forme e calchi di celebri esemplari come la Madonna Dudley e la Madonna delle nuvole di Donatello.

Annunci

Mostra Officine Bardini presso il Museo Stefano Bardini
via dei Renai, 37 – Firenze
Orari di apertura: dal venerdì al lunedì dalle 11 alle 17;
chiuso il martedì, mercoledì e giovedì

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

Annunci

Officina Bardini: the new exhibition at the Stefano Bardini Museum

Stefano Bardini, the prince of antique dealers, passed away a hundred years ago and precisely on 12 September 1922.

To celebrate this important centenary, the Officina Bardini exhibition has been set up at the Stefano Bardini Museum in Florence which will open its doors to the public on September 30 and will remain open until November 20, 2022.

The exhibition itinerary offers a selection of objects and work tools alongside precious archival documents and artistic testimonies arrived for the occasion from Palazzo Mozzi Bardini.

The visitor will be introduced to the discovery of the entrepreneurial activities of the antiquarian Stefano Bardini and his son Ugo who fruitfully followed in their footsteps to better understand the working methodology and the related very complex artisan system.

The exhibition was curated by Giulia Coco and Marco Mozzo with the scientific coordination of Carlo Francini and Valentina Zucchi.

“With the exhibition dedicated to Stefano Bardini and the working method used in his ‘laboratories’, housed in the Palazzo dei Mozzi, now the headquarters of our regional museum management, he realizes the immense work that the curatorial staff of the Bardini Collections of relevance of the Ministry of Culture has been carrying out for years to know, study, inventory, file, restore, maintain and preserve the enormous quantity and variety of materials from the Bardini Heritage, now owned by the State” explains Stefano Casciu, Regional Director of Museums of the Tuscany.

The Officina Bardini exhibition includes over one hundred specimens belonging to the Bardini Heritage which are usually kept in the deposits of Palazzo Mozzi.

Palazzo Mozzi Bardini was purchased by Stefano Bardini in 1911 and immediately became the focal point of the entrepreneurial system he created and carried on. A sort of art factory in which restorers, artists and craftsmen worked daily.

The Officina Bardini exhibition set up at the Stefano Bardini Museum is divided into several sections and allows you to get behind the scenes of the creation of works in style and the well-known pastiches or reworkings that are still part of the museum’s collections today.

Fabrics, corami, wooden elements and interior decorations and then admirable reliefs of Madonnas with Child, which had so much space in the Bardini trade. In the display cases forms and casts of famous specimens such as the Madonna Dudley and the Madonna of the clouds by Donatello are exhibited.

Officine Bardini exhibition at the Stefano Bardini Museum
via dei Renai, 37 – Florence
Opening hours: from Friday to Monday from 11 to 17;
closed on Tuesdays, Wednesdays and Thursdays

For the moment, your Michelangelo Buonarroti greets you by giving you an appointment at the next posts and on social networks.

  • Il cartone dell’Epifania in restauro al British Museum

    Il cartone dell’Epifania in restauro al British Museum

    🇮🇹Al British Museum sono in corso i lavori di restauro del mio cartone dell’Epifania, uno dei pochissimi arrivati indenni o quasi fino ai vostri giorni. Sarà un restauro abbastanza complesso e impegnativo che proseguirà fino al maggio 2024… 🇬🇧At the British Museum, the restoration work is underway on my Epiphany cartoon, one of the very few that arrived undamaged or almost up to your day. It will be a fairly complex and demanding restoration that will continue until May 2024…

  • Le Opere del Natale: La Natività del Caravaggio

    Le Opere del Natale: La Natività del Caravaggio

    🇮🇹L’opera del Natale che vi propongo oggi è un dipinto trafugato nel 1969: la Natività con i Santi Lorenzo e Francesco d’Assisi del Caravaggio… 🇬🇧The work of Christmas that I propose today is a painting stolen in 1969: the Nativity with Saints Lorenzo and Francis of Assisi by Caravaggio…

  • 27 novembre 1598: nasce lo scultore Alessandro Algardi

    27 novembre 1598: nasce lo scultore Alessandro Algardi

    🇮🇹Il 27 novembre del 1598 venne alla luce lo scultore Alessandro Algardi in quel di Bologna. Si formò presso l’Accademia di Ludovico Caracci e… 🇬🇧On November 27, 1598, the sculptor Alessandro Algardi was born in Bologna. He trained at the Ludovico Caracci Academy and…

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: