Vai al contenuto

Giulio II giacente in San Pietro in Vincoli

La scultura giacente del pontefice Giulio II della Rovere per secoli è stata attribuita a Tommaso Boscoli. Di quale opera vi sto parlando?

Avete presente il complesso scultoreo nel quale è inserito il celeberrimo Mosè? Ebbene, guardatelo bene e vi accorgerete che immediatamente sopra il profeta biblico c’è un sarcofago sopra il quale è adagiato forse il papa che più di tutti gli altri s’è speso per le arti… tanto mica pagava di tasca sua!

11129209_935095263196846_4457806845496178974_n
Annunci

Questa attribuzione sembrava ritrovare un perfetto riscontro nelle autorevoli parole del Vasari che così descrive la scultura nelle Vite: “è posato su’ risalti della cornice una cassa di marmo con la statua di papa Giulio a diacere, fatta da Maso del Bosco, scultore”.

L’attribuzione sembrava non destare alcun sospetto: l’opera come qualità poteva essere sua e la lontananza da terra impediva di vederne in maniera approfondita alcuni dettagli un po’ insoliti.

A partire dal 1999 però le cose cambiarono. Grazie ai lavori di restauro coordinati da Forcellino e dalla Risolo hanno messo in luce la possibilità che quel Giulio II giacente potrebbe essere stato benissimo un’opera mia. Le considerazioni riportate dal vasari potevano essere riferite al sarcofago e non alla scultura quindi non ci sarebbe stata alcuna contraddizione.

AKG1709752 (1)
Annunci

La posa risentita del busto e i muscoli delle gambe contratti sotto la veste così come il triregno sembrano più miei che del Boscoli. E che dire dell’abito papale sceso sulle spalle che lascia intravedere la camicia arricciata? Un segno di umiltà per mettere in evidenza che niente può il potere terreno su quello spirituale e alla fine nessuna ricchezza materiale ci renderà liberi.

Le mani scese e arrese dinnanzi alla morte rendono Giulio II totalmente diverso dal guerriero che era in vita.

Annunci

Osservando bene la lavorazione del marmo però sembra che io nemmeno l’abbia toccata. Ho sempre adoperato la gradina assecondando l’andamento dei volumi con intensità e orientamento differenziati. Di questo metodo di lavoro sul Giulio II non v’è traccia alcuna. Ci sono invece lunghissime striature parallele sulla veste: mica avrei fatto così io!

11017217_935095243196848_8248452998490702119_n
Annunci

A conti fatti è ipotizzabile che questa scultura l’abbia materialmente realizzata il Boscoli ma sotto una mia attenta supervisione. L’idea di quella posa con la veste scesa e le mani arrese, il capo chino e la posizione del busto son quasi sicuro di ricordare che fossero tutta roba mia. L’esecuzione invece no, con quella mi pare di aver poco a che fare.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti per il momento vi saluta.

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

La Bologna del Rinascimento: la mostra diffusa in città

🇮🇹A Bologna sta per arrivare dalla National Gallery di Londra il ritratto di Giulio II di Raffaello per la mostra “Giulio II e Raffaello. Una nuova stagione del Rinascimento a Bologna” e in città si apre la mostra diffusa in 9 tappe fondamentali
🇬🇧 The portrait of Julius II by Raphael is about to arrive in Bologna from the National Gallery in London for the exhibition “Julius II and Raphael. A new season of the Renaissance in Bologna” and the exhibition in 9 fundamental stages opens in the city

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

2 Comments »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: