Vai al contenuto

La Cappella Pazzi

Nel grandioso complesso di Santa Croce a Firenze è possibile vedere una delle architettura più rigorose e simboliche del Rinascimento: la Cappella Pazzi. La cappella fu commissionata al Brunelleschi nel 1429 da Andrea de’ Pazzi. I lavori si protrassero a lungo e quando l’architetto morì nel 1446 ancora non era stata ultimata.

Quando il Brunelleschi passò a miglior vita, il complesso progetto fu portato avanti dai suoi più stretti collaboratori fino al 26 aprile del 1478, data della Congiura dei Pazzi.

Dopo l’attentato sanguinario a Giuliano de’ Medici deceduto nell’agguato e a Lorenzo il Magnifico che si salvò, la famiglia subì fortissime pressioni e ritorsioni tanto che la costruzione della cappella si interruppe bruscamente.

Annunci

La Cappella Pazzi, pensata come luogo di adunanza dei frati francescani di Santa Croce e cappella di famiglia, è caratterizzata da un atrio con sei colonne corinzie. Entrando si nota subito la piccola abside sul fondo coperta da una cupola interamente affrescata con la raffigurazione del cielo stellato della notte fiorentina del 4 luglio 1442.

Annunci

La cosa singolare è che nella Sagrestia Vecchia della Basilica di San Lorenzo, la chiesa di famiglia dei Medici, c’è lo stesso identico affresco che raffigura il cielo di Firenze dello stesso giorno.

Cosa accadde a Firenze quel 4 luglio 1442 di tanto importante da essere ricordato così?

Come mai quella data accomuna la famiglia Medici e quella de’ Pazzi? Non si sa con certezza, al momento ci sono diverse solo ipotesi in merito. Isabella Lapi Ballerini, soprintendente dell’Opificio delle Pietre Dure, ipotizza che in quel giorno potrebbe essere arrivato in città Renato d’Angiò, cacciato da Napoli.

Le volte celesti raffigurate potrebbero anche ricordare il Concilio di Firenze convocato da papa Martino V che aveva avuto luogo in Santa Maria Novella nel 1439 con tre principali punti da affrontare: discutere dell’unione con la Chiesa Ortodossa, estirpare l’eresia hussita e riformare la Chiesa.

Annunci

La cupoletta centrale della cappella è decorata con tondi affiancati gli uni agli altri. Al centro è ben visibile lo stemma della famiglia Pazzi con i due delfini che si danno le spalle realizzato in terracotta invetriata da Luca della Robbia.

Furono in tanti gli artisti che si avvicendarono nelle decorazioni della Cappella Pazzi. Il cartone della vetrata di Sant’Andrea fu realizzato dal pittore fiorentino Alesso Baldovinetti mentre Desiderio da Settignano e Geri, suo fratello, si occuparono di dar vita ai cherubini dei medaglioni presenti nel fregio esterno.

Annunci

Sopra il portale si può ammirare il bassorilievo con Sant’Andrea in trono di Luca della Robbia. Suoi sono anche i tondi in terracotta invetriata con gli apostoli che si trovano all’interno della cappella. Anche Giuliano da Maiano contribuì allo splendore di questo luogo realizzando la cornice e i battenti del portone mentre sono di Brunelleschi i quattro Evangelisti nei pennacchi.

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Via Giulia a Roma

Il tratto più fotografato di Via Giulia a Roma è quello in cui si vede l’arco che lo attraversa. Si tratta dell’inizio di un ponte che ho progettato io…

La testa di Oxford, maschile o femminile?

Oggi voglio proporvi questo mio disegno tracciato a carboncino nero appartenente alle collezioni dell’Ashmolean Museum di Oxford. Secondo voi è la testa di un uomo o di una donna? Non è dato sapere. È probabile che sia uno studio dal vero di una testa maschile che avrei poi trasformato in una femminile con qualche modifica […]

La Cappella Strozzi affrescata dal Filippino

La Cappella di Filippo Strozzi è una delle più belle di tutta la Basilica di Santa Maria Novella a Firenze e si trova al fianco di quella maggiore del Tornabuoni, affrescata dal Ghirlandaio nel tempo in cui ero a bottega da lui. E’ un trionfo di colori, raffinati dettagli e citazioni della Roma antica.

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci
Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: