Vai al contenuto

L’avrei fatta io la tomba di Dante

Durante il corso della vita mia scrissi tanto: quando fra le mani non stringevo martello e scalpello o qualche pennello più o meno spelacchiato, c’avevo le penne intinte nell’inchiostro. Scrissi un mare di lettere e tanti appunti ma soprattutto poesie.

Misi in versi le mie gioie e i miei dolori, le deliziose dello spirito e i tormenti dell’animo. Meditazioni sulla vita e sulla morte, la mia fede, il mio credo. Nei miei versi c’è tutto, talvolta anche l’ironia. Fino a voi sono arrivati 302 componimenti poetici, uno più bello dell’altro.

Ritratto di sei poeti toscani del vasari, 1544, Minneapolis Institute of Arts. Da destra si vedono Cavalcanti, Dante, Boccaccio e Petrarca mentre dietro ci sono Cino da Pistoia e Guittone d’Arezzo
Annunci

Sapete, amavo Dante e la Divina Commedia e conoscevo a menadito gli scritti suoi. Qualche eco delle sue liriche si fa sentire a tratti nei miei versi, ma è solo un’idea. No, non copiai da lui: mai mi sarei permesso un affronto del genere al letterato che più stimavo al mondo.

Il 20 ottobre del 1518 scrissi anche una lettera al papa chiedendogli di far tornare le mortali spoglie del sommo poeta in terra fiorentina. ” Io Michelagniolo Schultore il medesimo a Vostra Santità suplicho, offrendomi al Divin Poeta fare la Sepoltura sua chondecente, e in loco onorevole in questa Cictà”.

Dante_Alighieri_2.jpg
Annunci

Non ci fu niente da fare, Leone X nemmeno si mosse per tentare l’impresa. Vi immaginate? Che progetto grandioso avevo in mente per quella sepoltura: altro che il cenotafio di Santa Croce che ricorda oggi Dante!

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti

I would have made Dante’s tomb

During the course of my life I wrote a lot: when I wasn’t holding a hammer and chisel or some more or less stripped brush in my hands, I had pens dipped in ink. I wrote a lot of letters and lots of notes but above all poems.

I put into verse my joys and my sorrows, the delightful ones of the spirit and the torments of the soul. Meditations on life and death, my faith, my creed. In my verses there is everything, sometimes even irony. Up to you have reached 302 poems, one more beautiful than the other.

You know, I loved Dante and the Divine Comedy and knew his writings inside out. Some echoes of his lyrics are heard at times in my verses, but it’s just an idea. No, I did not copy from him: I would never have allowed myself such an affront to the man of letters I most respected in the world.

On October 20, 1518, I also wrote a letter to the pope asking him to return the mortal remains of the great poet to Florentine land. “I Michelagniolo Schultore the same to Your Holiness suplicho, offering myself to the Divine Poet to do the Burial of him chondecente, and in an honorable place in this City”.

There was nothing to be done, Leo X did not even move to attempt the enterprise. Can you imagine? What a grandiose project I had in mind for that burial: other than the cenotaph of Santa Croce which remembers Dante today!

Your always yours Michelangelo Buonarroti and his stories

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

Il primo progetto per la facciata di San Lorenzo

🇮🇹Il disegno di cui vi parlo oggi oggi riguarda il primo progetto che presentai nel dicembre del 1516 a papa Leone X per la realizzazione della facciata della Basilica di San Lorenzo, tutt’oggi incompiuta
🇬🇧The drawing I am talking about today concerns the first project that I presented in December 1516 to Pope Leo X for the construction of the facade of the Basilica of San Lorenzo, which is still unfinished today.

La Bologna del Rinascimento: la mostra diffusa in città

🇮🇹A Bologna sta per arrivare dalla National Gallery di Londra il ritratto di Giulio II di Raffaello per la mostra “Giulio II e Raffaello. Una nuova stagione del Rinascimento a Bologna” e in città si apre la mostra diffusa in 9 tappe fondamentali
🇬🇧 The portrait of Julius II by Raphael is about to arrive in Bologna from the National Gallery in London for the exhibition “Julius II and Raphael. A new season of the Renaissance in Bologna” and the exhibition in 9 fundamental stages opens in the city

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

2 Comments »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: