Vai al contenuto

La Bocca della Verità

Può un tombino diventare un’opera d’arte? Se il tombino è stato realizzato dalle maestranze dell’Antica Roma la risposta è si.

Vi sto parlando della Bocca della Verità, una delle opere romane più celebri, collocata dal 1632 nel pronao di Santa Maria in Cosmedin. Si tratta di un antico mascherone realizzato in marmo pavonazzetto che raffigura un volto maschile con tanto di occhi e bocca forati per far defluire le acque.

Annunci

La storia della Bocca della Verità

La Bocca della Verità ha una lunga storia alle spalle che voglio raccontarvi: sedetevi comodi.

Tarquinio il Superbo volle risanare tutta l’area del Foro dalle acque stagnanti facendo realizzare la Cloaca Maxima: un sistema di canalizzazione delle acque reflue perfettamente funzionante che riuscì a risanare non solo il Foro ma anche la Suburra e il Circo Massimo.

La Colaca Maxima faceva defluire rapidamente le acque piovane, gli scarichi dei bagni pubblici e quelli delle terme rendendo gli ambienti decisamente più salubri. Nella Roma antica avevano studiato un sistema infallibile per togliere l’acqua piovana dalle strade dandogli una forma a schiena d’asino. In pratica, grazie al centro rialzato rispetto ai bordi dei vicoli, l’acqua scivolava verso l’esterno e scorreva verso i tombini.

Annunci

Per anni il sistema di fognature rimase a cielo aperto ma poi, a seguito della riedificazione di tutta la zona dei Fori, si pensò di coprire in modo adeguato le condotte avendo l’accortezza di dotarle di tombini ben distanziati gli uni dagli altri.

Nella zona dei Fori Imperiali però non si adoperarono semplici lastre forate ma si preferì adoperare tombini di gran pregio scolpiti nel marmo e ricchi di decorazioni. Ecco, uno di questi tombini è proprio la Bocca della Verità.

Annunci

Chi raffigura la Bocca della Verità?

A questa domanda ancora non è stata data una risposta univoca. Per alcuni è il volto di Giove o di un oracolo. L’opera è datata attorno al primo secolo dopo Cristo e ha un peso di circa 1 tonnellata e 300 chili per un diametro di 1,75.

La chiesa di Santa Maria in Cosmedin
Annunci

Il nome Bocca della Verità

Il nome Bocca della Verità fu citato per la prima volta nel corso della storia nel 1485 e da allora in poi viene frequentemente annoverato fra le cose più curiose di Roma.

Il mascherone fu collocato dove lo vediamo oggi nel 1631, in occasione dei restauri della chiesa voluti da papa Urbano VIII. Prima si trovava all’esterno del portico di Santa Maria in Cosmedin.

che si chiama lapida della verità, che anticamente aveva virtù di mostrare quando una donna avessi fatto fallo a suo marito” così sta scritto in una guida del XV secolo in merito alla Bocca della Verità

Annunci

La fama di questo mascherone fu consacrata dal celebre film Vacanze Romane di William Wyler con Audrey Hepburn e Gregory Peck che mostrò al mondo intero la leggenda legata alla Bocca della Verità. Si narra infatti che chi non avesse detto il vero, mettendo la mano nella bocca, se la sarebbe trovata mozzata.

Nel 1993 la Bocca della Verità fu sottoposta a un accurato intervento di restauro eseguito da Paolo Cui, al tempo vicepresidente del consorzio Aleph

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

Giovanni Boldini e il mito della Belle Époque in mostra ad Asti

🇮🇹Genio della pittura che più di ogni altro ha saputo restituire le atmosfere rarefatte di un’epoca straordinaria, Boldini è pronto a trasportare il pubblico nelle sue opere nella mostra allestita a Palazzo Mazzetti di Asti.
🇬🇧A genius of painting who more than any other has been able to restore the rarefied atmospheres of an extraordinary era, Boldini is ready to transport the public to his works in the exhibition set up at Palazzo Mazzetti in Asti.

Le Opere del Natale: la Natività di Gesù di Giotto

🇮🇹Emozionante, dolcissima e ricca di significati, la Natività di Gesù affrescata da Giotto nella Cappella degli Scrovegni a Padova, è una delle opere dedicate al Natale più conosciute al mondo…
🇬🇧Exciting, very sweet and full of meanings, the Nativity of Jesus frescoed by Giotto in the Scrovegni Chapel in Padua is one of the best known works dedicated to Christmas in the world…

La Porta dei Cornacchini con la Madonna policroma

🇮🇹Durante il restauro Porta del Cornacchini del duomo di Santa Maria del Fiore, è stato possibile capire che il gruppo scultoreo della Madonna col Bambino e gli Angeli adoranti un tempo era policromo.
🇬🇧During the restoration of the Porta del Cornacchini of the cathedral of Santa Maria del Fiore it was possible to understand that the sculptural group of the Madonna with Child and the adoring Angels was once polychrome.

Incontrare Vasari a Palazzo Vecchio

Conoscere la storia dell’arte e i personaggi del passato in modo diverso è possibile. Dopo il periodo di sospensione di due anni tornano a Palazzo Vecchio le esperienze che consentono di vivere appieno il passato…

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: