Vai al contenuto

27 agosto 1569: la nascita del Granducato di Toscana e i suoi retroscena

Il 27 agosto del 1569, 450 anni fa, Papa Pio V definì in una bolla pontificia Cosimo I de’ Medici Magnus Dux Etruria. Da quel momento da duca, Cosimo I divenne granduca di Toscana e nacque così il Granducato.

Io ero già morto da qualche anno ma avevo avuto a che fare con lui tempo prima. Mi rompeva le scatole di continuo per ottenere da me un bozzetto o delle indicazioni più precise per il complesso della Biblioteca Medicea a Firenze.

Invece di scrivermi direttamente faceva fare al povero Vasari da intermediario che si trovava così a dover stare fra i due fuochi. Vi ho raccontato quella storia tempo fa QUA.

Annunci

Non pensate che il titolo di Granduca sia piovuto dal cielo e che il pontefice glie l’abbia regalato così. Eh, certi doni non si fanno oggi come non si facevano allora.

Cosimo I fece di tutto per ottenere un titolo regale che potesse garantirgli una maggiore indipendenza politica. Si rivolse allora a papa Paolo IV chiedendogli di essere incoronato re o al limite arciduca. Non ottenne niente se non anni dopo.

La mappa del Granducato d Toscana
Annunci

Papa Paolo V lo nominò Granduca di Toscana ma in cambio avrebbe dovuto mettere la sua flotta navale al servizio della Lega Santa in procinto di contrastare l’avanzata ottomana.

C’è invece chi sostiene che il titolo conquistato da Cosimo I sia stato concesso con il patto di consegnare nelle mani dell’Inquisizione l’eretico Pietro Carnesecchi, rifugiato a Firenze e protetto dallo stesso duca.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti

Cosimo I de’ Medici ritratto dal Bronzino nel 1545
Annunci

Ecco cosa risposi al Re di Francia

Non mi sarebbe dispiaciuto lavorare anche per il Re di Francia Francesco I ma il tempo non mi bastava nemmeno per portare a termine i lavori che avevo già in carico.

Soffrivo di calcoli renali

I calcoli renali per anni mi hanno tormentato. Ai miei tempi si chiamava il male della renella ma sempre di calcoli si trattava. Ci furono un paio di momenti particolarmente difficili durante i quali non potetti fare a meno di fermarmi e interrompere momentaneamente i lavori agli affreschi della Cappella Paolina.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

Annunci

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: