Vai al contenuto

27 agosto 1569: la nascita del Granducato di Toscana e i suoi retroscena

Il 27 agosto del 1569 Papa Pio V definì in una bolla pontificia Cosimo I de’ Medici Magnus Dux Etruria. Da quel momento da duca, Cosimo I divenne granduca di Toscana e nacque così il Granducato.

Io ero già morto da qualche anno ma avevo avuto a che fare con lui tempo prima. Mi rompeva le scatole di continuo per ottenere da me un bozzetto o delle indicazioni più precise per il complesso della Biblioteca Medicea a Firenze.

Invece di scrivermi direttamente faceva fare al povero Vasari da intermediario che si trovava così a dover stare fra i due fuochi. Vi ho raccontato quella storia tempo fa QUA.

Annunci

Non pensate che il titolo di Granduca sia piovuto dal cielo e che il pontefice glie l’abbia regalato così. Eh, certi doni non si fanno oggi come non si facevano allora.

Cosimo I fece di tutto per ottenere un titolo regale che potesse garantirgli una maggiore indipendenza politica. Si rivolse allora a papa Paolo IV chiedendogli di essere incoronato re o al limite arciduca. Non ottenne niente se non anni dopo.

La mappa del Granducato d Toscana
Annunci

Papa Paolo V lo nominò Granduca di Toscana ma in cambio avrebbe dovuto mettere la sua flotta navale al servizio della Lega Santa in procinto di contrastare l’avanzata ottomana.

C’è invece chi sostiene che il titolo conquistato da Cosimo I sia stato concesso con il patto di consegnare nelle mani dell’Inquisizione l’eretico Pietro Carnesecchi, rifugiato a Firenze e protetto dallo stesso duca e, in confidenza, non credo sia molto lontano dalla realtà.

Cosimo I de’ Medici ritratto dal Bronzino nel 1545
Annunci

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti

August 27, 1569: the birth of the Grand Duchy of Tuscany and its background

On 27 August 1569 Pope Pius V defined Cosimo I de ‘Medici as Magnus Dux Etruria in a papal bull. From that moment as duke, Cosimo I became Grand Duke of Tuscany and thus the Grand Duchy was born.

I had already been dead for a few years but I had dealt with him some time before. He constantly broke the boxes to get me a sketch or more precise directions for the complex of the Medici Library in Florence.

Instead of writing to me directly, he made poor Vasari act as an intermediary who thus found himself having to stay between the two fires. I told you that story long ago HERE.

Do not think that the title of Grand Duke has rained down from heaven and that the pontiff gave it to him like this. Eh, certain gifts are not given today as they were not given back then.

Cosimo I did everything to obtain a royal title that could guarantee him greater political independence. He then turned to Pope Paul IV asking him to be crowned king or archduke. He got nothing until years later.

Pope Paul V appointed him Grand Duke of Tuscany but in exchange he should have put his naval fleet at the service of the Holy League in the process of opposing the Ottoman advance.

On the other hand, there are those who argue that the title conquered by Cosimo I was granted with the pact to hand over the heretic Pietro Carnesecchi, a refugee in Florence and protected by the duke himself, in the hands of the Inquisition and, in confidence, I do not think it is very far. From reality.

Your always yours Michelangelo Buonarroti and his stories

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

  • Giovanni Boldini e il mito della Belle Époque in mostra ad Asti

    Giovanni Boldini e il mito della Belle Époque in mostra ad Asti

    🇮🇹Genio della pittura che più di ogni altro ha saputo restituire le atmosfere rarefatte di un’epoca straordinaria, Boldini è pronto a trasportare il pubblico nelle sue opere nella mostra allestita a Palazzo Mazzetti di Asti. 🇬🇧A genius of painting who more than any other has been able to restore the rarefied atmospheres of an extraordinary era, Boldini is ready to transport the public to his works in the exhibition set up at Palazzo Mazzetti in Asti.

  • Le Opere del Natale: la Natività di Gesù di Giotto

    Le Opere del Natale: la Natività di Gesù di Giotto

    🇮🇹Emozionante, dolcissima e ricca di significati, la Natività di Gesù affrescata da Giotto nella Cappella degli Scrovegni a Padova, è una delle opere dedicate al Natale più conosciute al mondo… 🇬🇧Exciting, very sweet and full of meanings, the Nativity of Jesus frescoed by Giotto in the Scrovegni Chapel in Padua is one of the best known works dedicated to Christmas in the world…

  • La Porta dei Cornacchini con la Madonna policroma

    La Porta dei Cornacchini con la Madonna policroma

    🇮🇹Durante il restauro Porta del Cornacchini del duomo di Santa Maria del Fiore, è stato possibile capire che il gruppo scultoreo della Madonna col Bambino e gli Angeli adoranti un tempo era policromo. 🇬🇧During the restoration of the Porta del Cornacchini of the cathedral of Santa Maria del Fiore it was possible to understand that the sculptural group of the Madonna with Child and the adoring Angels was once polychrome.

Annunci

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: