Vai al contenuto

La storia della Biblioteca Medicea Laurenziana

La Biblioteca Medicea Laurenziana mi era già stata commissionata nel 1519 da papa Leone X in accordo col suo cugino, il cardinale Giulio de’ Medici, futuro papa Clemente VII.

Fatto sta che in quel momento ero impegnato con i lavori della Sagrestia Nuova e rimandai la sua costruzione al 1524, dopo l’elezione del secondo papa Medici. In un solo anno ero riuscito a far portare a termine le fondamenta, i contrafforti esterni e a far realizzare la struttura della sala di lettura.

Annunci

Nell’aprile del 1524 papa Clemente VII si prese la briga di farmi sapere che alla fine della Sala di Lettura avrebbe voluto progettassi non una cappella come era stato preventivato in origine, bensì una “libreria secreta per tenere certi libri più pretiosi che gli altri”.

Fu Giovan Francesco Fattucci a scrivermi in una lettera, il 12 aprile del 1525, di questo desiderio papale.

Annunci

Mi misi subito al lavoro per realizzare il progetto di questa piccola biblioteca nella biblioteca ma alla fine poi rimase solo un’idea su carta.

Nell’autunno del 1525 ero pronto per metter mano al vestibolo anche se rimanevano da risolvere alcune questioni sull’illuminazione. Pochi mesi dopo però insorsero importanti problemi economici per il papa e mi chiese esplicitamente di contenere le spese. Nel 1527, a seguito del Sacco di Roma, la situazione precipitò.

Annunci

A Firenze al potere mediceo subentrò quello repubblicano che sostenevo a spada tratta. Furono anni complicati quelli e per forza di cose i lavori alla Biblioteca Medicea Laurenziana si interruppero bruscamente fino al 1530.

Affidai la realizzazione dei banchi di lettura che già avevo progettato tempo prima a degli abili intagliatori e ne settembre del 1533 risulta che sei carpentieri in contemporanea si stavano occupando dei banchi mentre altri sei erano all’opera per intagliare il soffitto.

La storia della Scala poi è ancora più complessa e articolata e ve ne ho parlato a suo tempo QUA.

Dopo anni di intenso lavoro e interruzioni, la Biblioteca Medicea Laurenziana fu aperta al pubblico nel giugno del 1571, quando oramai ero passato a miglior vita sia io che i committenti.

Annunci

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

The history of the Laurentian Library

The Laurentian Library had already been commissioned to me in 1519 by Pope Leo X in agreement with his cousin, Cardinal Giulio de ‘Medici, the future Pope Clement VII.

The fact is that at that time I was busy with the work of the New Sacristy and postponed its construction to 1524, after the election of the second Medici pope. In just one year I had managed to finish the foundations, the external buttresses and to have the structure of the reading room built.

In April 1524 Pope Clement VII took the trouble to let me know that at the end of the Reading Room he would have liked me to design not a chapel as originally planned, but a “secret library to hold certain books that are more religious than others” .

It was Giovan Francesco Fattucci who wrote to me in a letter, on April 12, 1525, of this papal desire.

I immediately set to work to carry out the project for this small library in the library but in the end it was only an idea on paper.

In the autumn of 1525 I was ready to put my hand to the vestibule even if some questions about lighting remained to be resolved. A few months later, however, important economic problems arose for the pope and he explicitly asked me to contain expenses. In 1527, following the Sack of Rome, the situation worsened.

In Florence, the Republican power took over from the Medici power, which I supported with a drawn sword. Those were complicated years and inevitably the works on the Laurentian Library were abruptly interrupted until 1530.

I entrusted the construction of the reading benches that I had already designed some time before to skilled carvers and in September 1533 it appears that six carpenters were working on the benches at the same time while another six were at work to carve the ceiling.

The history of La Scala is even more complex and articulated and I told you about it at the time HERE.

After years of intense work and interruptions, the Laurentian Library was opened to the public in June 1571, when both myself and the patrons had passed away.

For the moment, your Michelangelo Buonarroti greets you by giving you an appointment at the next posts and on social networks.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

  • Il Natale ai Musei Vaticani

    Il Natale ai Musei Vaticani

    🇮🇹In occasione del Santo Natale, nelle giornate del 10, del 17 e del 23 dicembre, i Musei Vaticani propongono un’eccezionale visita guidata alla scoperta del Presepe nell’Arte… 🇬🇧On the occasion of Holy Christmas, on 10, 17 and 23 December, the Vatican Museums offer an exceptional guided tour to discover the Crib in Art…

  • Documentario: Macchiaioli, una pittura rivoluzionaria

    Documentario: Macchiaioli, una pittura rivoluzionaria

    Se questo pomeriggio piove anche da voi e volete rimanere in casa a guardare qualcosa di bello e interessante, vi propongo questo interessante documentario dal titolo “Macchiaioli, una pittura rivoluzionaria”.

  • La carta che usavo per disegnare, scrivere lettere e annotare ricordi

    La carta che usavo per disegnare, scrivere lettere e annotare ricordi

    🇮🇹Se è nota la mia dimestichezza nello scegliere i marmi, meno celebre è la mia abilità nell’acquistare la carta che mi serviva quotidianamente per disegnare e scrivere le lettere che inviavo spesso e volentieri a parenti, amici, conoscenti e ai potenti del mondo dell’epoca… 🇬🇧If my familiarity in choosing marbles is known, less famous is my ability to purchase the paper that I needed every day to draw and write the letters that I often and willingly sent to relatives, friends, acquaintances and the powerful of the world of era…

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: