Vai al contenuto

Il Battesimo di Cristo nella storia dell’arte

Oggi si ricorda il Battesimo di Cristo e papa Francesco, dopo la sospensione dello scorso anno, tornerà a battezzare 16 bambini al di sotto della mia volta affrescata, dinnanzi al Giudizio Universale.

«Io vi battezzo con acqua; ma viene colui che è più forte di me, a cui non sono degno di slegare i lacci dei sandali. Egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco». Ed ecco, mentre tutto il popolo veniva battezzato e Gesù, ricevuto anche lui il Battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e discese sopra di lui lo Spirito Santo in forma corporea, come una colomba, e venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l’amato: in te ho posto il mio compiacimento».

Annunci

Nel corso dei secoli sono numerosi gli artisti che hanno voluto raffigurare il momento in cui San Giovanni Battista impartisce il sacramento del Battesimo a Cristo. Basta pensare al dipinto del Verrocchio al quale collaborò anche un giovanissimo Leonardo da Vinci o a quello del Tintoretto nella chiesa di San Silvestro a Venezia e al celebre affresco del Perugino nel secondo registro della Cappella Sistina.

Vediamo assieme alcuni dei dipinti più o meno noti legati al tema del Battesimo di Nostro Signore.

Il Battesimo di Cristo del Verrochio

Il Verrocchio, per realizzare il dipinto a tempera su tavola destinato al monastero vallombrosano di San Salvi, si avvalse della collaborazione di uno dei suoi allievi più promettenti: un giovanissimo Leonardo da Vinci.

Il Vasari narra che il maestro tanto fu indispettito dalla bravura del giovane talento mostrata in questo lavoro che mai più volle metter mano a pennelli e colori. In realtà le cose non andarono proprio così ma ciò la dice lunga su quanto fosse promettente quel ragazzino e di strada di li in poi ne farà davvero tanta.

Annunci

L’opera che oggi si trova alla Galleria degli Uffizi, rappresenta Gesù mentre viene battezzato da San Giovanni, con i piedi immersi nelle acque del Giordano. Due angeli inginocchiati sulla sinistra partecipano all’evento mentre San Giovanni Battista, con la mano sinistra, regge un cartiglio annunciante l’avvento del Salvatore.

Leonardo probabilmente mise mano all’angelo che si vede di profilo come raccontò il Vasari ma studi più recenti hanno attribuito a lui anche il paesaggio fluviale e alcune rifiniture presenti sul corpo di Nostro Signore.

Annunci

Il Battesimo di Cristo di Piero della Francesca

Il Battesimo di Cristo fu una delle prime opere che Piero della Francesca realizzò in piena autonomia per Borgo San Sepolcro fra il 1440 e il 1445.

Nel dipinto a tempera su tavola il Cristo occupa il centro della scena mentre San Giovanni Battista, a destra, lo sta battezzando sotto il vigile sguardo di tre angeli. Sebbene il battesimo ebbe luogo sulle rive del Giordano, il paesaggio raffigurato è una veduta assai dettagliata della valle del Tevere nella zona di San Sepolcro, terra natìa di Piero della Francesca.

Annunci

Il Battesimo di Cristo del Perugino

Pietro Perugino affrescò per volere di papa Sisto IV il Battesimo di Cristo nel secondo registro della Cappella Sistina, attorno al 1482. L’opera ha dimensioni notevoli: misura 5 metri e 40 centimetri di lunghezza per 3,35 metri di altezza. Cosa curiosa è che questo riquadro è l’unico firmato da un artista in tutta la Cappella Sistina.

Per realizzare questo affresco si avvalse della collaborazione di numerosi aiuti, fra i quali il giovane Pinturicchio. La scena ha lo schema simmetrico tipico delle opere del Perugino. Al centro si vede il fiume Giordano che scorre in direzione dello spettatore che culmina con la figura di Gesù che sta ricevendo il Sacramento del Battesimo da parte di San Giovanni. La colomba dello Spirito Santo scende su di loro dall’alto, sorvegliata da Dio Padre attorniato da un nugolo di cherubini.

Battesimo di Cristo del Perugino, Cappella Sistina
Annunci

Il Battesimo di Cristo del Parmigianino

L’opera in questione è stata attribuita al sedicenne Parmigianino ed è un dipinto a olio su tavola datato attorno al 1519, oggi conservato alla Gemaldgalerie di Berlino

Di quest’opera ne fece menzione il Vasari nelle Vite in questi termini: “dopo aver fatto miracoli nel disegno, fece in una tavola di suo capriccio, un San Giovanni che battezza Cristo, il quale condusse di maniera, che ancora chi la vede resta maravigliato che da un putto fusse condotta sì bene una simil cosa. Fu posta questa tavola in Parma alla Nunziata, dove stanno i frati de’ Zoccoli”.

Particolare del Battesimo di Cristo del Parmigianino
Annunci

Cristo in primo piano con le braccia conserte riceve il sacramento nel fiume Giordano mentre il Battista, chinato, sta raccogliendo le acque con una ciotola finemente decorata. Tre putti in alto accompagnano la discesa della Colomba dello Spirito Santo.

Annunci

Il Battesimo di Cristo del Mantegna

Il Mantegna dipinse a tempera, caseina e oro su tela il Battesimo di Cristo attorno al 1506. Oggi decora la sua cappella funebre all’interno della basilica di Sant’Andrea a Mantova.

Alla morte dell’artista, quest’opera non era stata completata ma ci pensò il figliolo Francesco a condurla a termine sebbene non avesse la maestria del padre.

Annunci

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

The Baptism of Christ in the history of art

Today we remember the Baptism of Christ and Pope Francis, after last year’s suspension, will return to baptize 16 children under my frescoed vault, before the Last Judgement.

«I baptize you with water; but he comes who is stronger than I, whose sandal thongs I am not worthy to untie. He will baptize you with the Holy Spirit and fire.” And behold, while all the people were being baptized and Jesus, having also received Baptism, was in prayer, heaven opened and the Holy Spirit descended upon him in bodily form, like a dove, and a voice came from heaven: ” You are my beloved Son: in you I am well pleased.”

Over the centuries there have been numerous artists who have wanted to depict the moment in which Saint John the Baptist imparts the sacrament of Baptism to Christ. Just think of the painting by Verrocchio in which a very young Leonardo da Vinci also collaborated or that of Tintoretto in the church of San Silvestro in Venice and the famous fresco by Perugino in the second register of the Sistine Chapel.

Let’s see together some of the more or less known paintings related to the theme of the Baptism of Our Lord.

The Baptism of Christ by Verrochio

Verrocchio, to create the tempera painting on wood destined for the Vallombrosan monastery of San Salvi, made use of the collaboration of one of his most promising pupils: a very young Leonardo da Vinci.

Vasari narrates that the master was so annoyed by the skill of the young talent shown in this work that he never again wanted to put his hand to brushes and colors. In reality, things did not go quite like that but this says a lot about how promising that little boy was and he will make a lot of them in the future. The work that is now in the Uffizi Gallery represents Jesus being baptized by St. John, with his feet immersed in the waters of the Jordan. Two kneeling angels on the left participate in the event while St. John the Baptist, with his left hand, holds a scroll announcing the advent of the Savior.

Leonardo probably put his hand to the angel that can be seen in profile as told by Vasari but more recent studies have also attributed to him the river landscape and some finishing touches on the body of Our Lord.

The Baptism of Christ by Piero della Francesca

The Baptism of Christ was one of the first works that Piero della Francesca created independently for Borgo San Sepolcro between 1440 and 1445.

In the tempera painting on wood, Christ occupies the center of the scene while St. John the Baptist, on the right, is baptizing him under the watchful gaze of three angels. Although the baptism took place on the banks of the Jordan, the landscape depicted is a very detailed view of the Tiber valley in the area of San Sepolcro, the birthplace of Piero della Francesca.

The Baptism of Christ by Perugino

Pietro Perugino frescoed the Baptism of Christ in the second register of the Sistine Chapel at the behest of Pope Sixtus IV, around 1482. The work has considerable dimensions: it measures 5 meters and 40 centimeters in length by 3.35 meters in height. What is curious is that this box is the only one signed by an artist in the entire Sistine Chapel.

To create this fresco he made use of the collaboration of numerous assistants, including the young Pinturicchio. The scene has the symmetrical pattern typical of Perugino’s works. In the center we see the Jordan River flowing towards the viewer culminating in the figure of Jesus receiving the Sacrament of Baptism from St. John. The dove of the Holy Spirit descends upon them from above, watched over by God the Father surrounded by a swarm of cherubs.

The Baptism of Christ by Parmigianino

The work in question has been attributed to the sixteen-year-old Parmigianino and is an oil painting on wood dated around 1519, now kept in the Gemaldgalerie in Berlin.

Vasari mentioned this work in his Lives in these terms: “after having worked miracles in the design, he made a panel of his own whim, a Saint John baptizing Christ, which he executed in such a way that even whoever sees it remains amazed that such a thing was done so well by a little boy. This panel was placed in Parma at the Nunziata, where the Zoccoli friars live”.

Christ in the foreground with his arms folded receives the sacrament in the Jordan River while the Baptist, bent over, is collecting the waters with a finely decorated bowl. Three putti above accompany the descent of the Dove of the Holy Spirit.

The Baptism of Christ by Mantegna

Mantegna painted the Baptism of Christ in tempera, casein and gold on canvas around 1506. Today it decorates his funeral chapel inside the basilica of Sant’Andrea in Mantua.

When the artist died, this work had not been completed but his son Francesco took care of completing it although he did not have the mastery of his father.

For the moment, your Michelangelo Buonarroti greets you by making an appointment for the next posts and on social media.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

  • Il Giudizio Universale e quell’arazzo mancato

    Il Giudizio Universale e quell’arazzo mancato

    🇮🇹Oggi vi racconto una storia curiosa poco nota relativa a un arazzo che avrebbe dovuto completare il mio Giudizio Universale. Ebbene si, ci fu l’intenzione di realizzare una spalliera stretta e lunga per decorare la parte più bassa della parete, un po’ come accadde qualche anno prima sotto papa Leone X… 🇬🇧Today I’m going to tell you a little-known curious story about a tapestry that was supposed to complete my Last Judgment. Well yes, there was the intention of creating a narrow and long back to decorate the lower part of the wall, a bit like what happened a few years earlier under Pope Leo X…

  • Orazio Gentileschi e San Francesco: la nuova mostra a Palazzo Barberini

    Orazio Gentileschi e San Francesco: la nuova mostra a Palazzo Barberini

    🇮🇹Apre i battenti oggi la mostra dal titolo “Orazio Gentileschi e l’immagine di San Francesco. La nascita del Caravaggismo a Roma”, curata da Giuseppe Porzio e Yuri Primarosa… 🇬🇧The exhibition entitled “Orazio Gentileschi and the image of San Francesco opens its doors today. The birth of Caravaggism in Rome”, curated by Giuseppe Porzio and Yuri Primarosa…

  • Perugino, Bernini, Borromini e Goya: torna la grande arte al cinema

    Perugino, Bernini, Borromini e Goya: torna la grande arte al cinema

    🇮🇹Sta per tornare la grande arte al cinema con tre importanti docu-film dedicati al Perugino in occasione dei 500 anni dalla sua morte, a Goya, al Bernini e al Borromini… 🇬🇧Great art is about to return to the cinema with three important documentary films dedicated to Perugino on the occasion of the 500th anniversary of his death, to Goya, Bernini and Borromini…

Annunci

2 Comments »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: