Skip to content
Annunci

Tutta colpa del Perugino se finii in tribunale

Nel corso di questi anni v’ho raccontato tante storie che mi riguardano ma questa forse ancora non la conoscete. Sapete che finii pure in tribunale a Firenze? Fu tutta colpa del Perugino.

Dopo che ebbi realizzato il grande cartone della Battaglia di Cascina, lo esposi al pubblico in quello che oggi si chiama Salone de’ Cinquecento a Palazzo Vecchio. C’era un viavai continuo di gente che veniva a vederli: non è per vantarmi ma era venuto proprio un gran bel lavoro. Dopo che il cartone fu esposto anche nella Sala del Papa nel convento di Santa Maria Novella, il duca di Nemours lo volle portare a casa sua, a Palazzo MEdici di via Larga.

Lì fu studiato a lungo da artisti contemporanei come Pierino del Vaga, Ridolfo Ghirlandaio, il Francia Bigio, Raffaello Sanzio, Francesco Granacci, il Rosso Fiorentino, Lorenzetto Matorino, Alfonso Berugatta, Jacopo da Pontormo, Andrea del sarto, Aristotile da Sangallo il Tribolo ragazzino, Iacopo Sansovino e fin’anche Baccio Bandinelli non proprio amatissimo da me.

Il Bandinelli per tutto il corso della vita sua, invece di pensar a far bene l’opere sue secondo le sue capacità, non faceva altro che provare a superarmi in bravura ma non aveva nemmeno una briciola del mio talento e nemmeno aveva studiato quanto me. Benvenuto Cellini, che fra l’altro era pure amico mio, annotò “il meraviglioso cartone, scuola del mondo”.

Si narra che il Bandinelli si fosse fatto realizzare una copia delle chiavi dello stanzone per potervi accedere a studiare e copiare i cartoni senza aver nessuno d’intorno e senza esser molestato.

Oh, anche il Perugino, bravo a fa le figure che alzano gli occhi al cielo, venne ad ammirare i miei cartoni ma scappò via scandalizzato: e capirai…per qualche culo al vento quanto clamore! E se avesse visto il Giudizio Universale che affrescai decenni dopo che avrebbe fatto? Alla sua reazione non rimasi impassibile focoso com’ero e lo rimisi a tutte le miserie. Qui rimettere a tutte le miserie vuol dire insultare in modo assai pesante.

Così ci ritrovammo tutti e due come du’ bischeri davanti al Tribunale degli Otto, la più antica magistratura fiorentina. Dopo un dibattimento animato decisero che la ragione stava tutta dalla mi parte e il Perugino se n’andò sconsolato. Che è colpa mia se per un po’ di carne scoperta s’era tanto agitato?

Il sempre vostro Michelangelo buonarroti e i suoi racconti

38437858640_a1d41a31fa_b.jpg

Annunci

1 commento »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: