Vai al contenuto

La Guardia Svizzera: tutto quello che avreste sempre voluto sapere

La Guardia Svizzera Pontificia ha il compito di proteggere il Papa nella Città del vaticano e durante i suoi viaggi per il mondo, occupandosi anche dei servizi d’onore durante i ricevimenti dei capi di stato e durante le udienze.

Annunci

Quando e da chi fu istituita la Guardia Svizzera

È vero che fu papa Giulio II a istituire questo corpo armato in via ufficiale nel 1506 ma diversi anni prima, nel 1479, papa Sisto IV aveva concordato con la confederazione svizzera la possibilità di assoldare alcuni suoi mercenari per la difesa dello Stato Pontificio.

Successivamente, con Giulio II della Rovere, l’accordo prese forma. Era il 22 gennaio del 1506 quando un cospicuo gruppo di 150 soldati mercenari elvetici provenienti dal Canton d’Uri e sotto il comando di Kaspar von Silenen, arrivarono marciando nello stato pontificio attraverso Porta del Popolo.

Photo credit Vatican News
Annunci

Perché proprio i mercenari svizzeri?

Vi siete mai domandati perché i l pontefice volle al suo fianco proprio i soldati mercenari elvetici? Ebbene, proprio queste truppe al tempo erano conosciute e apprezzate in tutta Europa per la loro preparazione, il loro coraggio e per la fedeltà mantenuta nei confronti di chi servivano.

“Gli Helvetii sono un popolo di guerrieri, famoso per il valore dei suoi soldati”

Così scriveva già Tacito molti anni prima che venisse formalmente istituito il Corpo della Guardia Svizzera.

I soldati svizzeri servirono fedelmente anche il Regno di Napoli, quello di Francia, il Regno di Spagna e nel 1700 le praticamente tutte le corti europee avevano assoldato questi mercenari.

Annunci

Proprio il Corpo della Guardia Svizzera protesse il papa durante il Sacco di Roma iniziato il 6 maggio del 1527. Un plotone di 189 soldati scortarono papa Clemente VII de’ Medici dai Palazzi Apostolici verso Castel Sant’Angelo attraversando il Passetto di Borgo. Il pontefice ebbe salva la vita ma le perdite fra i soldati furono notevoli: ne sopravvissero solamente 42.

Il ruolo della Guardia Svizzera oggi

Dopo la Breccia di Porta Pia del 20 settembre 1870, la Guardia Svizzera proseguì il suo compito di difesa e protezione del papa all’interno dei Palazzi Apostolici.

Oggi si fa carico della sicurezza e della vigilanza del pontefice sia all’interno dello Stato Vaticano che durante i viaggi apostolici. Effettua inoltre il servizio d’onore nel corso delle udienze e negli importanti ricevimenti dei capi di stato.

Presiede alle cerimonie che si svolgono nell’aula di Paolo VI e nella Basilica di San Pietro. Sempre la Guardia Svizzera protegge il collegio cardinalizio dopo la morte del papa e in attesa dell’esito del nuovo conclave.

Annunci

Come si entra a far parte della Guardia Svizzera

Il Corpo della Guardia Svizzera oggi è composto da 135 uomini. Per entrare a far parte di quest’antica arma è necessario essere di sesso maschile e avere la cittadinanza svizzera, professare la fede cattolica, aver effettuato il servizio militare nell’esercito svizzero e presentare un certificato di buona condotta ottenuto proprio durante il servizio militare.

I membri della Guardia Svizzera non possono avere un’altezza inferiore al metro e 74 centimetri e devono essere celibi: il matrimonio infatti viene permesso solamente dal grado di caporale in su. Il giuramento viene fatto il 6 maggio di ogni anno, in occasione dell’anniversario del Sacco di Roma.

L’uniforme della Guardia Svizzera

A differenza di quanto si vocifera, non sono stato io a disegnare la divisa di questo corpo militare che protegge il papa. Ve ne ho parlato nello specifico QUA

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

Annunci

The Swiss Guard: everything you ever wanted to know

The Pontifical Swiss Guard has the task of protecting the Pope in the Vatican City and during his travels around the world, also taking care of the services of honor during receptions of heads of state and during audiences.

When and by whom was the Swiss Guard established

It is true that it was Pope Julius II who officially established this armed body in 1506 but several years earlier, in 1479, Pope Sixtus IV had agreed with the Swiss confederation the possibility of hiring some of his mercenaries for the defense of the Papal State.

Subsequently, with Giulio II della Rovere, the agreement took shape. It was January 22, 1506 when a large group of 150 Swiss mercenary soldiers from the Canton of Uri and under the command of Kaspar von Silenen, marched into the papal state through Porta del Popolo.

Why Swiss mercenaries in particular?

Have you ever wondered why the pontiff wanted the Swiss mercenary soldiers at his side? Well, precisely these troops at the time were known and appreciated throughout Europe for their preparation, their courage and their loyalty to those they served.

“The Helvetii are a people of warriors, famous for the valor of their soldiers” Thus wrote Tacitus many years before the Swiss Guard Corps was formally established.

The Swiss soldiers also faithfully served the Kingdom of Naples, that of France, the Kingdom of Spain and in 1700 practically all the European courts had hired these mercenaries.

The Swiss Guard Corps protected the pope during the Sack of Rome that began on May 6, 1527. A platoon of 189 soldiers escorted Pope Clement VII de ‘Medici from the Apostolic Palaces to Castel Sant’Angelo crossing the Passetto di Borgo. The pontiff saved his life but the losses among the soldiers were considerable: only 42 survived.

The role of the Swiss Guard today

After the breach of Porta Pia on 20 September 1870, the Swiss Guard continued its task of defending and protecting the pope inside the Apostolic Palaces.

Today he takes care of the pontiff’s security and vigilance both within the Vatican State and during his apostolic journeys. It also performs the honor service during hearings and important receptions of heads of state.

He presides over the ceremonies that take place in the hall of Paul VI and in St. Peter’s Basilica. The Swiss Guard also protects the college of cardinals after the death of the pope and pending the outcome of the new conclave.

How do you join the Swiss Guard?

The Swiss Guard Corps today consists of 135 men. To become part of this ancient weapon, it is necessary to be male and have Swiss citizenship, profess the Catholic faith, have completed military service in the Swiss army and present a certificate of good conduct obtained during military service.

The members of the Swiss Guard cannot be less than one meter and 74 centimeters tall and must be celibate: in fact, marriage is only allowed from the rank of corporal up. The oath is taken on May 6 each year, on the occasion of the anniversary of the Sack of Rome.

The uniform of the Swiss Guard

Unlike what is rumored, it was not I who designed the uniform of this military body that protects the pope. I talked about it specifically HERE

For the moment, your Michelangelo Buonarroti greets you by giving you an appointment at the next posts and on social networks.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

Giovanni Boldini e il mito della Belle Époque in mostra ad Asti

🇮🇹Genio della pittura che più di ogni altro ha saputo restituire le atmosfere rarefatte di un’epoca straordinaria, Boldini è pronto a trasportare il pubblico nelle sue opere nella mostra allestita a Palazzo Mazzetti di Asti.
🇬🇧A genius of painting who more than any other has been able to restore the rarefied atmospheres of an extraordinary era, Boldini is ready to transport the public to his works in the exhibition set up at Palazzo Mazzetti in Asti.

Le Opere del Natale: la Natività di Gesù di Giotto

🇮🇹Emozionante, dolcissima e ricca di significati, la Natività di Gesù affrescata da Giotto nella Cappella degli Scrovegni a Padova, è una delle opere dedicate al Natale più conosciute al mondo…
🇬🇧Exciting, very sweet and full of meanings, the Nativity of Jesus frescoed by Giotto in the Scrovegni Chapel in Padua is one of the best known works dedicated to Christmas in the world…

La Porta dei Cornacchini con la Madonna policroma

🇮🇹Durante il restauro Porta del Cornacchini del duomo di Santa Maria del Fiore, è stato possibile capire che il gruppo scultoreo della Madonna col Bambino e gli Angeli adoranti un tempo era policromo.
🇬🇧During the restoration of the Porta del Cornacchini of the cathedral of Santa Maria del Fiore it was possible to understand that the sculptural group of the Madonna with Child and the adoring Angels was once polychrome.

Incontrare Vasari a Palazzo Vecchio

Conoscere la storia dell’arte e i personaggi del passato in modo diverso è possibile. Dopo il periodo di sospensione di due anni tornano a Palazzo Vecchio le esperienze che consentono di vivere appieno il passato…

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: