Vai al contenuto

11 dicembre 1475: nasce papa Leone X de’ Medici

Era un giorno come oggi ma del lontano 1475 quando nacque papa Leone X de’ Medici, al secolo Giovanni di Lorenzo de’ Medici. Io ero venuto al mondo solo nove mesi prima: chi lo avrebbe detto in quel momento che sarei diventato un grande artista e lui papa?

Nella foto papa Leone X dipinto da Raffaello con i cardinali Giulio de’ Medici e Luigi de’ Rossi, un’opera oggi conservata alla Galleria degli Uffizi
Annunci

Beh, lui Papa si poteva quasi immaginare: ogni famiglia potente dell’epoca aspirava a avere un alto prelato in casa non tanto per una questione di devozione a Dio ma per una più veniale questione di potere e prestigio. E poi con un papa in casa ci s’avvantaggiava di parecchio: si aveva la facoltà di disporre di ricchezze immense, levarsi di torno con più facilità i nemici e avere gli occhi del mondo puntati addosso, nel bene e nel male.

Papa Leone X de’ Medici dipinto da Raffaello
Annunci

Leone X era il quarto figliolo di Lorenzo de’ Medici e di Clarice Orsini. Sapete, non appena venne eletto, decise di tornare a Firenze: era partito da cardinale e sarebbe tornato nelle vesti di pontefice.

Firenze era tutta in festa per l’occasione e addirittura alla Basilica di San Lorenzo venne data in quel frangente un’effimera facciata che la potesse far sembrare ancora più bella.

Venne concessa l’indulgenza plenaria a chi ebbe la sorte di assistere alle celebrazioni liturgiche del pontefice in Santa Maria del Fiore e vennero buttati danari sulla folla. Vi ho raccontato per filo e per segno quel trionfale ritorno in terra natìa QUA.

Leone X ritratto da Baccio Bandinelli

Fu papa Leone X che mi obbligò ad andare a cercare i marmi nelle cave di pertinenza del Capitanato di Pietrasanta per realizzare la facciata della Basilica di San Lorenzo. Persi anni interi su quelle montagne fra momenti di luce e di buio tremendo. Lì non ci volevo stare, non c’era verso di cavare un buco dal ragno e mi pareva di buttar via temo e fatiche. Anni disperatissimi.

Annunci

Alla fine quella commissione venne annullata. Le palanche stavano diminuendo e l’aria che tirava a Firenze stava decisamente cambiando. Papa Leone X preferì impiegassi le mie energie per realizzare il complesso della Sagrestia Nuova con le tombe dei duchi. Fui libero di tornare a cercar marmi a Carrara, come da tempo gli chiedevo.

Papa Leone X non si risparmiò di elargire favori al suo casato a quattro mani. Già che c’era nominò cardinale pure il cugino Giulio che divenne poi papa Clemente VII e suo nipote Innocenzo Cybo.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

21 maggio 1972: l’album fotografico a 50 anni dall’attentato alla Pietà Vaticana

🇮🇹Sono ormai trascorsi esattamente cinquant’anni da quando il trentaquattrenne australiano Lazlo Toth inveì con una mazzetta sopra la Pietà Vaticana e per l’occasione voglio proporvi alcune delle immagini più significative di quel momento ma non solo…
🇬🇧 Exactly fifty years have now passed since the thirty-four-year-old Australian Lazlo Toth railed with a bribe over the Vatican Pietà and for the occasion I want to offer you some of the most significant images of that moment but not only …

La malinconia che pervade le opere mie

🇮🇹Avete mai fatto caso a quella malinconia che pare pervadere l’intimo di molte mie opere? Molti disegni, sculture e affreschi hanno volti permeati da uno stato d’animo di vaga tristezza.
🇬🇧Have you ever noticed that melancholy that seems to pervade the depths of many of my works? Many drawings, sculptures and frescoes have faces permeated with a mood of vague sadness.

La Madonna del Latte del Rossellino che nessuno guarda…o quasi

🇮🇹Proprio davanti alla mia tomba monumentale, nella Basilica di Santa Croce, c’è un’opera straordinaria di Antonio Rosellino che in pochi ahimè degnano d’uno sguardo: è la Madonna del Latte. Do you know who it was carved for?

🇬🇧Right in front of my monumental tomb, in the Basilica of Santa Croce, there is an extraordinary work by Antonio Rosellino which, alas, few deserve a glance: it is the Madonna del Latte. Do you know who it was carved for?

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: