Vai al contenuto

La Notte

La Notte è una delle quattro ore del giorno che scolpii per le tombe dei duchi Medici, nella Sagrestia Nuova del San Lorenzo a Firenze. La scolpii fra il 1526 e il 1531 scegliendo per lei un marmo statuario privo di imperfezioni proveniente dalle cave di Carrara.

Annunci

Non lasciai sola la Notte semi distesa sul sarcofago di Giuliano de’ Medici, duca di Nemours ma preferii scolpire assieme a lei qualche simbolo che richiamasse proprio le ore più buie come la luna e la stella che porta sulla fronte, la civetta, il fascio di papaveri che richiama il sonno con i suoi effluvi oppiacei e quel mascherone.

Perché scelsi proprio un mascherone con quel volto a dir poco spaventoso sistemandolo vicino alla spalla sinistra? Ebbene, nel corso dei secoli è stato interpretato in due modi diversi, entrambi plausibili. Potrebbe richiamare gli incubi notturni oppure la morte che condusse i due duchi a una prematura scomparsa.

Annunci

Prima di salutarvi vi riporto a seguire i versi che dedicai alla Notte, rispondendo in qualche modo ai versi dello Strozzi… Giovanni Carlo Strozzi si dilettò nello scrivere una quartina per l’opera mia che invitava a svegliarla: La Notte che tu vedi in sì dolci atti / dormir, fu da un Angelo scolpita / in questo sasso e, perché dorme, ha vita: / destala, se nol credi, e parleratti” .

Qualche anno dopo gli risposi per le rime facendo intuire che la Notte appariva più serena rispetto alle altre opere presenti perché dormendo non aveva modo di vedere cosa stava accadendo in città durante il governo di Cosimo I.

 Caro m’è ‘l sonno, e più l’esser di sasso,
mentre che ‘l danno e la vergogna dura;
non veder, non sentir m’è gran ventura;
però non mi destar, deh, parla basso.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti con i suoi racconti e i suoi discorsi

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

27 novembre 1598: nasce lo scultore Alessandro Algardi

🇮🇹Il 27 novembre del 1598 venne alla luce lo scultore Alessandro Algardi in quel di Bologna. Si formò presso l’Accademia di Ludovico Caracci e…
🇬🇧On November 27, 1598, the sculptor Alessandro Algardi was born in Bologna. He trained at the Ludovico Caracci Academy and…

Giovanni Boldini e il mito della Belle Époque in mostra ad Asti

🇮🇹Genio della pittura che più di ogni altro ha saputo restituire le atmosfere rarefatte di un’epoca straordinaria, Boldini è pronto a trasportare il pubblico nelle sue opere nella mostra allestita a Palazzo Mazzetti di Asti.
🇬🇧A genius of painting who more than any other has been able to restore the rarefied atmospheres of an extraordinary era, Boldini is ready to transport the public to his works in the exhibition set up at Palazzo Mazzetti in Asti.

Le Opere del Natale: la Natività di Gesù di Giotto

🇮🇹Emozionante, dolcissima e ricca di significati, la Natività di Gesù affrescata da Giotto nella Cappella degli Scrovegni a Padova, è una delle opere dedicate al Natale più conosciute al mondo…
🇬🇧Exciting, very sweet and full of meanings, the Nativity of Jesus frescoed by Giotto in the Scrovegni Chapel in Padua is one of the best known works dedicated to Christmas in the world…

La Porta dei Cornacchini con la Madonna policroma

🇮🇹Durante il restauro Porta del Cornacchini del duomo di Santa Maria del Fiore, è stato possibile capire che il gruppo scultoreo della Madonna col Bambino e gli Angeli adoranti un tempo era policromo.
🇬🇧During the restoration of the Porta del Cornacchini of the cathedral of Santa Maria del Fiore it was possible to understand that the sculptural group of the Madonna with Child and the adoring Angels was once polychrome.

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: