Vai al contenuto

8 settembre 1504: l’inaugurazione del David

Era l’8 settembre del 1504 quando venne inaugurato il David, posizionato mesi prima sull’arengario di Palazzo Vecchio. Era stato portato lì nel giugno dello stesso anno ma, prima di poterlo presentare in via ufficiale, avevo bisogno di ultimarlo.

Perché venne scelta come data proprio l’8 settembre? Niente è casuale. E’ il giorno in cui si ricorda la nascita della Vergine Maria e quindi si ritenne non ci fosse data più opportuna per celebrare un evento tanto importante quanto l’inaugurazione di una scultura così significativa.

Photo by @renatabandelloni
Annunci

Dorai la cinghia della fionda e il broncone, ovvero il pezzo di tronco che aumenta la superficie d’appoggio del David che si trova dietro il polpaccio destro. Feci realizzare anche una ghirlanda in filo d’ottone con ben ventotto foglie in rame ma ancora gli storici si stanno scervellando per capire se realmente poi fu messa in testa al David o no.

Il David non doveva trovarsi lì: mi era stato commissionato per essere collocato al di sopra di uno sprone dei contrafforti della cupola del duomo di Santa Maria del Fiore. Vista la bellezza, i committenti preferirono istituire un’apposita commissione formata dai più grandi artisti del tempo per decidere dove metterla.

photo by @michelangelobuonarrotietornato Canon EOS 2000D
Annunci

Il 28 gennaio del 1504, dopo accese discussioni, la commissione composta fra gli altri da Andrea della Robbia, Leonardo da Vinci, Filippino Lippi, Davide Ghirlandaio e Sandro Botticelli, scelse come collocazione finale l’arengario di Palazzo Vecchio.

Annunci

Lo speziale Luca Landucci annotò nei suoi racconto lo spostamento del David dal cantiere di Santa Maria del Fiore fino a Piazza della Signoria in questi termini: “14 Maggio 1504 trassi dall’Opera del Duomo il Gigante di marmo, uscì alle 24h e ruppono il muro sopra la porta dell’Opera tanto che ne potesse uscire, e in questa notte fu gittato certi sassi al Gigante da far male. Havea più di quaranta uomini a farlo andare e penossi sino al di’ 8 Giugno 1504 a posarlo in su la ringhiera”.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti

8 September 1504: the inauguration of the David

It was September 8, 1504 when the David was inaugurated, positioned months earlier on the arengarium of Palazzo Vecchio. It had been brought there in June of the same year but, before I could officially present it, I needed to finish it.

Why was 8 September chosen as the date? Nothing is accidental. It is the day on which the birth of the Virgin Mary is remembered and therefore it was believed that there was no more appropriate date to celebrate an event as important as the inauguration of such a significant sculpture.

I gilded the strap of the sling and the bronzer, that is the piece of trunk that increases the support surface of the David which is located behind the right calf. I also had a brass wire garland made with as many as twenty-eight copper leaves but still historians are puzzling to understand if it was really put on David’s head or not.

The David was not supposed to be there: it was commissioned to be placed above a spur of the buttresses of the dome of the cathedral of Santa Maria del Fiore. Given the beauty, the clients preferred to set up a special commission formed by the greatest artists of the time to decide where to put it.

On January 28, 1504, after heated discussions, the commission composed among others by Andrea della Robbia, Leonardo da Vinci, Filippino Lippi, Davide Ghirlandaio and Sandro Botticelli, chose the arengarium of Palazzo Vecchio as the final location.

The apothecary Luca Landucci noted in his stories the moving of the David from the construction site of Santa Maria del Fiore to Piazza della Signoria in these terms: “May 14, 1504 the marble giant was taken out of the Opera del Duomo, came out at 24h and broke the wall above the Opera door to let him out. On that night so many stones were thrown at him to be able to scratch the work. There were more than forty people to move it and on June 8, 1504 it was placed on the Arengario of Palazzo Vecchio. “.

Always yours Michelangelo Buonarroti and his stories

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

Annunci
  • Il Giudizio Universale e quell’arazzo mancato

    Il Giudizio Universale e quell’arazzo mancato

    🇮🇹Oggi vi racconto una storia curiosa poco nota relativa a un arazzo che avrebbe dovuto completare il mio Giudizio Universale. Ebbene si, ci fu l’intenzione di realizzare una spalliera stretta e lunga per decorare la parte più bassa della parete, un po’ come accadde qualche anno prima sotto papa Leone X… 🇬🇧Today I’m going to tell you a little-known curious story about a tapestry that was supposed to complete my Last Judgment. Well yes, there was the intention of creating a narrow and long back to decorate the lower part of the wall, a bit like what happened a few years earlier under Pope Leo X…

  • Orazio Gentileschi e San Francesco: la nuova mostra a Palazzo Barberini

    Orazio Gentileschi e San Francesco: la nuova mostra a Palazzo Barberini

    🇮🇹Apre i battenti oggi la mostra dal titolo “Orazio Gentileschi e l’immagine di San Francesco. La nascita del Caravaggismo a Roma”, curata da Giuseppe Porzio e Yuri Primarosa… 🇬🇧The exhibition entitled “Orazio Gentileschi and the image of San Francesco opens its doors today. The birth of Caravaggism in Rome”, curated by Giuseppe Porzio and Yuri Primarosa…

  • Perugino, Bernini, Borromini e Goya: torna la grande arte al cinema

    Perugino, Bernini, Borromini e Goya: torna la grande arte al cinema

    🇮🇹Sta per tornare la grande arte al cinema con tre importanti docu-film dedicati al Perugino in occasione dei 500 anni dalla sua morte, a Goya, al Bernini e al Borromini… 🇬🇧Great art is about to return to the cinema with three important documentary films dedicated to Perugino on the occasion of the 500th anniversary of his death, to Goya, Bernini and Borromini…

Annunci

2 Comments »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: