Skip to content
Annunci

I Musei Vaticani

Oggi ho un po’ di tempo e voglio raccontarvi qualcosa sui Musei Vaticani. Ci siete mai stati? Mi auguro di sì perché altrimenti vi sareste persi qualcosa di unico. In caso contrario, alla prima occasione utile, varcate le sue soglie e lasciatevi conquistare dalle sue innumerevoli sfaccettature. Impossibile non innamorarsi perdutamente del Torso del Belvedere, della Deposizione del Caravaggio, del Laocoonte,  della Stanza della Segnatura o dell’intera Cappella Sistina.

Musei-Vaticani.jpg

I Musei Vaticani costituiscono una delle più grandi raccolte di opere d’arte del mondo e si trovano nello stato più piccolo ma potente di tutti:  il Vaticano. Perché si parla sempre di musei al plurale e non di museo al singolare? È presto detto: i Musei Vaticani sono un insieme incredibile di collezioni di varie epoche e appartenenti non solo alla cultura cristiana: opere egizie, etrusche, greche e romane e molto altro ancora. Si susseguono le meravigliose stanze affrescate, anni orsono adibite a residenza papale, alle raccolte di dipinti antichi e contemporanei. Le collezioni etnologiche, la Cappella Sistina con i suoi affreschi quattrocenteschi dei più grandi pittori del tempo e con i miei lavori cinquecenteschi, la collezione di carrozze e berline papali, le raccolte dei regali con i quali i potenti della terra omaggiavano e continuano ad omaggiare i pontefici…insomma, un insieme grandioso di opere.

b17d25d2d41f0c2ea016c8dd813dbb49-kkJH--835x437@IlSole24Ore-Web.jpg

Per visitare i Musei Vaticani non bastano poche ore. Il meglio sarebbe tornare più di una volta per andare a scandagliare con attenzione i diversi settori. Molto spesso non è possibile farlo purtroppo perché magari si abita dall’altra parte del globo o per altre ragioni. Fatto sta che è impossibile non rimanere affascinati da tanto splendore e varietà. Il mio consiglio? Se avete una sola occasione per visitare i Musei Vaticani, cercate di entrare appena apre i battenti e rimanete dentro tutta la giornata. Farete un viaggio intorno al mondo e a ritroso nella storia pagando solo il biglietto d’ingresso.

cq5dam.thumbnail.cropped.750.422.jpeg

Chi ha creato i Musei Vaticani? Sembra che sia stato il famigerato papa Giulio II, nel lontano 1506 ad avviare la prima collezione di sculture. In quel momento le opere occupavano il centro del cortile Belvedere in Vaticano. Poco a poco le collezioni sono state ampliate, arricchite fino ad occupare i sette chilometri di sale e corridoi. Ogni anno i Musei Vaticani vengono visitati da circa 20 milioni di persone: una cifra impressionante.

IMG20161219111635164_900_700.jpeg

All’inizio della loro esistenza i Musei Vaticani non erano certo stati realizzati per permettere a tutti di godere di quelle bellezze. Solo nel 1771 vennero aperti al pubblico secondo il volere di papa Clemente XIV. Secondo il Trattato del 1929, la Santa Sede non può vendere né donare alcun bene presente nei Musei Vaticani ma ha solo la facoltà di regolare gli ingressi per consentire sia ai turisti che agli studiosi provenienti da ogni angolo del mondo, di accedere alle collezioni.

Fra le varie collezioni presenti c’è la Pinacoteca Vaticana con dipinti di Leonardo da Vinci, Giotto, Raffaello, Caravaggio e molti altri celebri artisti. Nella Collezione d’arte religiosa moderna sono invece conservate opere di de Chirico, Bacon, Kandinsky, Matisse, Dalì e van Gogh.

cq5dam.web.1280.1280.png

Il Museo Pio Clementino è la sezione che venne fondata da papa Clemente XIV nel 1771. Inizialmente conteneva esclusivamente opere antiche e rinascimentali poi la collezione venne ampliata con sculture provenienti dalla Grecia e romane.

Mica però è finita qui…ci sono anche il Museo Gregoriano Egizio, quello Profano, il Missionario Etnologico, l’Etrusco, il Museo Pio Cristiano, i Musei della Biblioteca Apostolica Vaticana e via discorrendo. Solo per menzionarvi tutte le collezioni presenti arriverei a stasera. Poi ci sono i Palazzi Vaticani con i loro ambienti affrescati come la Cappella Niccolina, l’Appartamento Borgia, le Stanze di Raffaello e la Cappella Sistina.

musei-vaticani-esterno1.png

I Musei Vaticani dovrebbero essere visti da tutti, almeno una volta nella vita. Certo, lo so bene che per ragioni molto diverse fra di loro non è possibile, ma se mi permettete mi piace pensare che almeno una volta, per tutti, ci sia la possibilità di scoprire questi tesori che i papi di varie epoche hanno collezionato. Una varietà e una quantità enorme di capolavori.

cappella-sistina-1.jpg

Se avete il desiderio di visitare subito i Musei Vaticani ma non avete la possibilità di farlo di persona, potete acquistare un DVD che vi illustra per filo e per segno tutte le collezioni presenti. Personalmente vi consiglio i 3 dvd realizzati da Alberto Angela, acquistabili CLICCANDO QUI. Con il suo linguaggio chiaro e semplice vi porterà alla scoperta di questo luogo straordinario.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti con i suoi racconti quasi quotidiani

159991213.ObDcOsFD.jpg

 

Annunci

1 commento »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: