Vai al contenuto

L’utilità pubblica del Colonnato di San Pietro

 
Come si risolleva l’economia in ginocchio di un Paese? E’ un problema che si è manifestato tante volte nel corso dei secoli. Pensate che si trovò ad affrontare questo gravoso problema anche Papa Papa Alessandro VII Chigi nella seconda metà del Seicento.
Il pontefice riuscì a rimettere in piedi Roma dopo la peste nera ed è una questione che ha a che fare con la realizzazione del grande colonnato del Bernini.

Ogni singolo centimetro di pietra di quel colonnato potrebbe raccontare tante storie diverse, storie fatte di famiglie messe in ginocchio dalla miseria e dalla peste, storie di operai che hanno potuto sfamare la famiglia ma anche le vicende di chi per realizzare quel grandioso lavoro si fece in quattro.

Il colonnato di San Pietro progettato dal Bernini, da secoli accoglie i pellegrini e i visitatori da tutto il mondo come fosse un caloroso abbraccio. Come vi accennavo prima il colonnato ebbe a suo tempo anche un’importante utilità pubblica. Quando papa Alessandro VII commissionò a Gian Lorenzo la realizzazione di questo complesso architettonico, a Roma imperversava la peste nera. Intere famiglie sterminate dal terribile morbo e quelle che rimanevano decimate erano sempre più povere. Non c’era lavoro e non c’era pane.

Papa Alessandro VII volle risollevare le sorti di una Roma sempre più povera e in crisi. Decise quindi che per innalzare l’opera pensata dal Bernini, venissero impiegati solo operai provenienti dai ceti meno abbienti decimati dalla peste per malattia o per fame.

Grazie a quel lavoro la città cominciò a respirare di nuovo, a intravedere un po’ di luce in fondo a quel tunnel che stava diventando sempre più lungo. 

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti.

The public utility of the Colonnade of San Pietro

How is a country’s kneeling economy rising? It is a problem that has manifested itself many times over the centuries. Do you think that Pope Pope Alexander VII Chigi also faced this serious problem in the second half of the seventeenth century.
The pontiff managed to get Rome back on its feet after the black plague and it is a question that has to do with the construction of Bernini’s great colonnade.

Every single centimeter of stone in that colonnade could tell many different stories, stories made of families brought to their knees by misery and plague, stories of workers who were able to feed the family but also the events of those who did four.

The colonnade of San Pietro designed by Bernini has for centuries welcomed pilgrims and visitors from all over the world as if it were a warm embrace. As I mentioned earlier, the colonnade also had an important public utility. When Pope Alexander VII commissioned Gian Lorenzo to build this architectural complex, the black plague raged in Rome. Entire families exterminated by the terrible disease and those that remained decimated were increasingly poor. There was no work and there was no bread.

Pope Alexander VII wanted to revive the fate of an increasingly poor and in crisis Rome. He therefore decided that to raise the work designed by Bernini, only workers from the less affluent classes decimated by the plague for illness or hunger were employed.

Thanks to that work the city began to breathe again, to glimpse a little light at the bottom of that tunnel which was getting longer and longer.

Your always Michelangelo Buonarroti and his stories.

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: