Vai al contenuto
Annunci

Il Bacco amputato di proposito

Il mio Bacco ha delle ricostruzioni non autentiche e parti mancanti. Lo sapevate? Queste mancanze però non sembrano affatto casuali e, analizzando bene alcuni elementi, qualcosa è possibile dedurre in merito.

Poco dopo la sua realizzazione, il pittore olandese Maarten van Heemskerck,  ebbe modo di vedere l’opera nel giardino del potente banchiere Jacopo Galli. Non si limitò a guardare la scultura ma ne realizzò un’incisione molto chiara: Il Bacco nel 1532 già non aveva più la coppa nè la mano destra che la sorreggeva e aveva perduto il pisello.

Maarten_van_Heemskerck.jpg

La coppa e la mano originali si smarrirono chissà come e oggi il Bacco sfoggia un’antica integrazione. Il pisello invece ancora manca. Che l’opera sia caduta in avanti durante i vari spostamenti e si sia fratturata in quel modo? Poco ci credo a questa versione. Molto probabilmente il mio povero Bacco fu amputato di proposito per essere meglio armonizzato con le altre opere presenti nel giardino delle antichità del Galli. In fondo era l’unica opera moderna presente perfettamente integra e il Galli sentì il bisogno di antichizzarla a modo suo fratturandone alcune parti… parti che spesso le opere antiche non hanno più.

Guardando bene la zona dei genitali si vede un taglio assai netto a L laddove prima c’era quello che non c’è più. Difficile che il pisello si sia potuto staccare in quel modo senza l’intervento di una mano esterna.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti con i suoi discorsi e i suoi racconti

bacco-copertina.jpg

 

Annunci

5 Comments »

  1. passino gli imprevisti legati a una caduta durante uno spostamento, ma non so come si possa trovare il coraggio di personalizzare con una martellata un capolavoro … non sto a giudicare la follia di certi personaggi, ma santo iddio, perchè non rispettare ciò che un artista ha voluto dire nella sua totale intierezza?

    Mi piace

    • Difficile comprendere ciò che gli passasse nella testa al Galli. Fatto sta che non sarebbe nemmeno un caso isolato… negli anni a seguire poi fu di moda il contrario ovvero reintegrare con nuove parti le opere dell’antica grecia. Anche a me venne richiesto di aggiungere gambe, braccia e testa al torso del Belvedere ma mi rifiutai categoricamente

      Piace a 1 persona

      • e bene facesti, togliere ed aggiungere è oltraggio alle idee altrui, come se a qualcuno venisse in mente di censurare alcuni passi della divina commedia o aggiungerne versi per convenienza…per parlare di un opera a caso

        Piace a 1 persona

  2. Certo che di originali ce ne son sempre stati, come la Maria Teresa che fece ricoprire le sinopie del Pisanello con ornamenti floreali.
    Togliere prima, a una statua, e poi aggiungere, comunque è da dementi.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: