Vai al contenuto
Annunci

Il Tondo Doni e l’attentato di Via dei Georgofili

Il Tondo Doni è l’unica opera su supporto mobile sulla quale non ci sono dubbi relativi alla sua paternità. È arrivato fino ai vostri giorni assai intatto assieme alla cornice originale che progettai io ma è quasi un miracolo non sia andato perduto per sempre. Spete che fu coinvolto nel terribile attentato di Via dei Georgofili?

L’esplosione dell’auto bomba avvenne proprio al di sotto di un’ala della Galleria degli Uffizi. Era il 27 maggio del 1993…e chi se lo scorda più quel giorno. La sala subì danni importanti che richiesero un immediato intervento: la parete confinante con il Corridoio Vasariano ne uscì devastata, i vetri del lucernario andarono in mille pezzi e il finestrone fu divelto.

Il Tondo Doni se la cavò egregiamente grazie anche al vetro anti proiettili dietro al quale era stato messo dopo il restauro del 1985. Non subì danni ma altre opere ebbero una sorte ben più triste. Alcune vennero danneggiate in maniera importante mentre sette dipinti andarono perduti per sempre e sono:

  • Il concerto Musicale di Bartolomeo Manfredi
  • Giocatori di carte di Bartolomeo Manfredi
  • L’adorazione dei pastori di Gerrit van Honthorst
  • L’aquila di Bartolomeo Bimbi
  • Avvoltoi, gufi e beccaccia di Andrea Scacciati
  • Scena di caccia di Francis Grant
  • Grande cervo in una palude di Edwin Landseer

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e ii suoi racconti quasi quotidiani

1435245507992TondoDoni_1032x772

The Tondo Doni and the attack on Via dei Georgofili

The Tondo Doni is the only work on mobile support on which there are no doubts concerning its authorship. It has reached your days very intact together with the original frame that I designed, but it is almost a miracle that it has not been lost forever. Spete who was involved in the terrible attack on Via dei Georgofili?

The explosion of the car bomb occurred just below a wing of the Uffizi Gallery. It was May 27, 1993 … and some if you forget it that day. The room suffered important damages that required an immediate intervention: the wall bordering the Vasari Corridor came out devastated, the glasses of the skylight went in thousand pieces and the window was ripped.

The Tondo Doni managed very well thanks also to the anti-bullet glass behind which it was placed after the 1985 restoration. It was not damaged but other works had a much sadder fate. Some were damaged in an important way while seven paintings were lost forever and are:

The Musical concert by Bartolomeo Manfredi
Card players of Bartolomeo Manfredi
Adoration of the shepherds by Gerrit van Honthorst
The eagle by Bartolomeo Bimbi
Vultures, owls and woodcock by Andrea Scacciati
Francis Grant hunting scene
Big deer in a swamp by Edwin Landseer
Your always Michelangelo Buonarroti and his almost daily stories

Annunci

2 Comments »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: