Vai al contenuto
Annunci

Un rilievo per la facciata della Basilica di San Lorenzo

La basilica di San Lorenzo a Firenze si riconosce subito per la sua facciata rustica rimasta incompiuta. Papa Leone X indisse un concorso per la sua realizzazione alla quale parteciparono artisti noti come Giuliano da Sangallo, Raffaello e anch’io. Il lavoro venne affidato a me definitivamente nel 1518. Mi misi al lavoro prima per affinare il progetto e poi per cercare i marmi nelle cave dell’Altissimo. Le difficoltà incontrate a estrarre colonne furono insormontabili per mille e più una ragione. Si agiunsero problemi di tipo finanziario e,alla fine, fui sollevato da questo incarico e mi venne affidata sia la completa realizzazione della Sagrestia Nuova.

Oltre al modello ligneo della facciata conservato presso Casa Buonarroti, del progetto della facciata rimangono numerosi disegni e idee messe nero su bianco.

Quello che vedete a seguire è un disegno riconducibile proprio ai rilievi che avrebbero dovuto decorare la facciata della basilica di San Lorenzo. Si trova presso la collezione privata londinese del Conte Anthony Seilern e la tracciai adoperando una penna d’oca intinta nell’inchiostro bruno. Il tema è quello di San Lorenzo dinnanzi al prefetto prima del suo tremendo martirio. Provate a immaginare solo per un momento la grandiosità di quella facciata finita: altro che Santa Maria del Fiore realizzata in tempi recenti!

Dopotutto a me non dispiace nemmeno così. E’ straordinario l’effetto sorpresa che crea per chi non la conosce. Chi la guarda da fuori non si aspetta certo di vedere il suo interno così ricco di opere d’arte. I Medici sono stati feroci tiranni, hanno insanguinato Firenze tutta ma per grazia mia e vostra avevano uno smisurato senso del bello.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti

San Lorenzo.jpg

A relief for the façade of the Basilica of San Lorenzo

The basilica of San Lorenzo in Florence is immediately recognizable because of its unfinished rustic façade. Pope Leo X announced a competition for its realization in which participated artists known as Giuliano da Sangallo, Raphael and me too. The work was definitively entrusted to me in 1518. I set myself to work first to refine the project and then to look for the marbles in the quarries of the Most High. The difficulties encountered in extracting columns were insurmountable for a thousand and one more reasons. Financial problems were added and, in the end, I was relieved of this task and I was entrusted with the complete realization of the New Sacristy.

In addition to the wooden model of the façade conserved in the Casa Buonarroti, many designs and ideas are put in black and white on the façade project.

What you see below is a design that can be traced back to the reliefs that were supposed to decorate the façade of the Basilica of San Lorenzo. It is in the private London collection of Count Anthony Seilern and I traced it using a goose quill dipped in brown ink. The theme is that of San Lorenzo before the prefect before his tremendous martyrdom. Just imagine for a moment the grandeur of that finished facade: other than Santa Maria del Fiore realized in recent times!

After all, I do not mind that either. The surprise effect that creates for those who do not know it is extraordinary. Those who look at it from outside do not expect to see its interior so rich in works of art. The Medici were ferocious tyrants, they had bloody Florence all but for my grace and yours they had a huge sense of beauty.

Your always Michelangelo Buonarroti

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: