Vai al contenuto
Annunci

Mi sento come chi cavalca di notte

Ho faticato una vita intera pensando di potermi riposare dopo la morte ma ancora sono in giro a visitar mostre, a scriver parole e a dialogare con voi che mi leggete. Mi ricordo ancora come se fosse oggi quando scrissi questi versi… ve li lascio e me ne vado a dormire. Domani m’aspetta un’altra giornata ricca di appuntamenti a cui non posso mancare.

 

53

 

Chi di notte cavalca, el dì conviene

 c’alcuna volta si riposi e dorma:

così sper’io, che dopo tante pene

ristori ‘l mie signor mie vita e forma.

    Non dura ‘l mal dove non dura ‘l bene,

ma spesso l’un nell’altro si trasforma.

michfir

 

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: