Vai al contenuto

13 ottobre 1822: muore il grande Canova

Era proprio un 13 di ottobre come oggi quando a Venezia, nel 1822, Antonio Canova passò a miglior vita. Voglio rendergli omaggio ricordandolo nel giorno della sua scomparsa, raccontandovi le opere sue che amo di più.

Canova nacque a Possagno, cittadina vicina a Treviso, il 1 novembre del 1757. Il su’ babbo morì quando ancora era un bimbetto e quando la mamma si risposò, Antonio fu affidato al nonno paterno Pasino. Pasino era un bravo scalpellino e capomastro e cominciò a insegnargli i primi rudimenti del mestiere.

Annunci

Il nonno s’accorse che quel ragazzino era assai talentuoso e lo mandò a Venezia a studiare sul posto da abili scultori mentre frequentava la Pubblica Accademia del Nudo fino a quando, nel 1779, si trasferì a Roma. Lì rimase per il resto dei suoi giorni. La Città Eterna divenne il suo punto di riferimento fermo anche se poi nel corso della vita viaggiò spesso all’estero per soggiorni più o meno lunghi.

Canova lavorò per gli Asburgo e per i Borbone, per la corte pontificia e per Napoleone ma anche per i signoroni romani, russi e veneti. Sono tante le opere sue oggi sparpagliate in collezioni private e nei più prestigiosi musei del mondo. Pensate alle meravigliose Tre Grazie, Amore e Psiche, Teseo sul Minotauro, Ebe, la superba Paolina Borghese o la sensuale Venere Italica.

Annunci

Marte e Venere

Raccontarvi tutte le opere di Canova in un solo post non è solo un’impresa ardua ma addirittura impossibile. Fra tutte quelle che ha lasciato in eredità ai posteri ce n’è una che mi sta particolarmente a cuore ed è il gruppo di Marte e Venere. Fu commissionata dal principe reggente d’Inghilterra Giorgio IV nel 1815 che sborsò il doppio del prezzo richiesto dall’artista per avere un’opera esclusiva e con un soggetto originale, mai visto prima.

Nelle lettere che Canova si scambiava con il suo amico Quatremère de Quincy si legge che già alla fine di ottobre del 1816, stesse già lavorando al modello in creta dell’opera “grande come il vero o qualche cosa di più”. Dal modello in argilla furono creati due gessi mentre la scultura in marmo fu terminata nel 1822. Per ammirare questa opera oggi dovete andare a Bukingam Palace a Londra.

Monumento funebre di papa Clemente XIII

Amo anche i due leoni che Canova scolpì nel travertino, accovacciati davanti alla tomba ideata per papa Clemente XIII.
Un’opera degna della Basilica di San Pietro in Vaticano.
Si narra che il giorno dell’inaugurazione di questo monumento funebre, l’artista si aggirasse in mezzo alla gente travestito da prete per ascoltare i commenti di chi per la prima volta vedeva questo suo capolavoro.

Annunci

Amore e Psiche Stanti

Canova diede forma a due versioni di Amore e Psiche stanti con la raffigurazione della storia narrata da Apuleio. Canova aveva una trentina d’anni quando gli vennero commissionate da John Campbell, un colonnello scozzese.

La prima versione fu venduta a Gioacchino Murat che la portò nel castello di Compiégne e oggi si trova al Louvre. La seconda versione invece fu data alla moglie di Napoleone dal committente. Fu successivamente acquistata da Alessandro I di Russia e portata all’Hermitage Museum di Sanpietroburgo.

Per il momento il sempre vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5.00 €

4 Novembre 2020: le anticipazioni di Ulisse

Ulisse, il piacere della scoperta tornerà ad allietare le nostre serate da trascorrere in casa mercoledì 4 novembre 2020.

Giacobbe

Questo vecchio barbuto è Giacobbe. Lo affrescai nella volta della Sistina assieme agli altri antenati di Cristo.

Annunci

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: