Vai al contenuto

Le sculture degli Apostoli in San Giovanni in Laterano

La Basilica di San Giovanni in Laterano è la più antica basilica d’Occidente nonché la prima delle quattro basiliche papali maggiori. La sua costruzione più remota risale al tempo di Milziade papa, nel 314 mentre la consacrazione fu fatta da papa Silvestro I nel 324.

Da allora l’antica basilica ha subito talmente tanti interventi e riedificazioni da assumere l’aspetto che ha oggi. Pensate che papa Innocenzo X volle ricostruirla completamente e affidò il progetto al Borromini. essere come la vediamo oggi.

La cosa che stupisce entrando per la prima volta nella basilica di San Giovanni in Laterano sono le grandi sculture dei dodici apostoli, sistemate nelle nicchie della navata centrale che proprio il Borromini aveva progettato a metà del Seicento.

Quelle nicchie però rimasero vuote per anni fino a quando, nel 1702, papa Clemente XI e il cardinale Benedetto Pamphilj allora arciprete della basilica, vollero decorarle con dodici grandi apostoli scolpiti.

Siccome di palanche non è che ce ne fossero tante, il pontefice chiese espressamente alle famiglie romane più facoltose del tempo, di pagare di tasca le opere. Il papa stesso si occupò di pagare la scultura di San Pietro mentre il cardinale Pamphilj sponsorizzò la realizzazione di San Giovanni Evangelista.

C’è un’altra curiosità legata alle sculture degli apostoli. Carlo Maratta, il pittore preferito del pontefice, fu incaricato di disegnare gli apostoli da affidare poi nelle mani di abili scultori. In questo modo tutte le opere avrebbero avuto un aspetto simile, come se fossero state realizzate da un solo artista.

Pierre-Etienne Monnot, Moratti, Lorenzo Ottoni, Legros, Mazzuoli, Camillo Rusconi e Angelo de Rossi si misero al lavoro per scolpire tutti e dodici gli apostoli seguendo linee guida comuni.

Pierre le Gros però non ne volle sapere di seguire una sorta di copione già scritto e volle fare di testa sua scolpendo il San Bartolomeo e il San Tommaso. Ecco perché queste due opere sono così differenti da tutte le altre.

A seguire vi presento tutte le opere dei dodici apostoli:

Il San Pietro di Pierre-Étienne Monnot 1708-13, alto 425 cm,
Il San Paolo di Pierre-Étienne Monnot 1708-13
Pierre Le Gros il Giovane: San Bartolomeo 1708-18, Marmo, altezza 425 cm
Camillo Rusconi: San Giacomo Maggiore, 1715-18, Marmo, altezza 425 cm
Francesco Moratti: San Simone, marmo, altezza 425 cm
Lorenzo Ottoni: San Giuda Taddeo. marmo, altezza 425 cm
Giuseppe Mazzuoli: San Filippo, 1703-12, altezza 425 cm
Pierre Le Gros il Giovane: San Tommaso, 1705-11, altezza 425 cm
Angelo de’ Rossi: San Giacomo Minore, altezza 425 cm
Camillo Rusconi: “Sant’Andrea”, 1708-09, altezza 425 cm

Camillo Rusconi: San Giovanni Evangelista, 1715-18, altezza 425 cm

Camillo Rusconi: San Matteo”, 1708-18, altezza 425 cm

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti con i suoi racconti

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

€5,00

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: