Vai al contenuto

La raffigurazione più celebre di San Pietro

Nella Basilica di San Pietro ci sono molte opere note realizzate nel corso di differenti secoli: basti pensare alla mia Pietà oppure al Baldacchino del Bernini che si innalza al di sotto della grande cupola.

Fra tutte queste opere ce n’è una particolarmente cara ai fedeli: è il San Pietro in bronzo attribuito ad Arnolfo di Cambio e realizzata nel Duecento. Si trova nella navata centrale della Basilica di San Pietro, proprio davanti al pilone di San Longino.

Annunci

E’ la rappresentazione più celebre del Santo in tutta la cristianità. Ha un’altezza di due metri e la cosa strana è che non è un’opera a tutto tondo ma piuttosto un altorilievo che per essere apprezzato al meglio, deve essere guardato frontalmente.

Quest’opera viene venerata da secoli e basta osservare i suoi piedi per rendersene conto. E’ consolidata abitudine baciare e toccare i piedi al Santo o mettere la testa al di sotto del piede che sporge in avanti. Queste pratiche per altro in voga tutt’oggi, hanno consumato talmente tanto i piedi dell’opera da assottigliarli all’inverosimile.

Annunci

La scultura in bronzo rappresenta San Pietro in cattedra in atto di benedire alla maniera greca con la mano destra protesa in avanti e le due dita alzate. Nella mano sinistra invece tiene le chiavi del regno dei Cieli.

Il trono sul cui è assiso è di epoca rinascimentale. Come accennato prima, l’opera tradizionalmente viene attribuita ad Arnolfo di Cambio ma secondo alcuni studiosi, sarebbe stato San Leone I, nel V secolo, a farla realizzare adoperando il bronzo di Giove Capitolino, di ritorno dall’incontro con Attila.

Annunci

Già in epoca medievale, quest’opera era tenuta in grande considerazione e si trovava all’interno del chiostro di San Martino della Basilica Costantiniana. Non appena venne portata a termine la grande cupola della nuova basilica, papa Paolo V volle far portare San Pietro laddove si trova ancora oggi.

Al di sopra della scultura bronzea si vede un grande medaglione realizzato a mosaico che rappresenta Pio IX, sistemato lì nel 1871.

Annunci

Fin dai tempi più remoti, il 29 giugno, in occasione delle celebrazioni di San Pietro e Paolo patroni di Roma, l’opera di Arnolfo di Cambio viene vestita con i paramenti papali color oro e porpora, per ricordare il legame fra il Santo e il pontefice in carica.

Nel mondo esistono diverse copie di San Pietro in cattedra. Una di queste, ad esempio, si trova nella cattedrale di Notre-Dame a Parigi ed è perfettamente identica a quella custodita nella Basilica Vaticana. Ma questa è un’altra storia.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti con i suoi racconti

Annunci

The most famous representation of St. Peter

In St. Peter’s Basilica there are many known works made over the course of different centuries: just think of my Pietà or Bernini’s Baldacchino which rises below the great dome.

Among all these works, there is one particularly dear to the faithful: it is the bronze St. Peter attributed to Arnolfo di Cambio and built in the thirteenth century. It is located in the central nave of St. Peter’s Basilica, right in front of the Pylon of San Longino.

In St. Peter’s Basilica there are many known works made over the course of different centuries: just think of my Pietà or Bernini’s Baldacchino which rises below the great dome.

Among all these works, there is one particularly dear to the faithful: it is the bronze St. Peter attributed to Arnolfo di Cambio and built in the thirteenth century. It is located in the central nave of St. Peter’s Basilica, right in front of the Pylon of San Longino.

The bronze sculpture represents St. Peter in the chair in the act of blessing in the Greek manner with his right hand extended forward and the two fingers raised. In his left hand he holds the keys of the kingdom of heaven.

Annunci

The throne on which he is seated is from the Renaissance period. As mentioned earlier, the work is traditionally attributed to Arnolfo di Cambio but according to some scholars, it was Saint Leo I, in the fifth century, who had it made using the bronze of Jupiter Capitoline, returning from his meeting with Attila.

Already in medieval times, this work was held in great esteem and was located inside the cloister of San Martino of the Constantinian Basilica. As soon as the great dome of the new basilica was completed, Pope Paul V wanted to have St. Peter brought to where he still stands today.

Above the bronze sculpture we see a large mosaic medallion representing Pius IX, placed there in 1871.

Since the earliest times, on 29 June, on the occasion of the celebrations of St. Peter and Paul, patrons of Rome, the work of Arnolfo di Cambio is dressed in papal vestments in gold and purple, to remember the link between the saint and the pontiff in office.

In the world there are several copies of St. Peter in the chair. One of these, for example, is located in the Notre-Dame cathedral in Paris and is perfectly identical to the one kept in the Vatican basilica. But this is another story.

Always yours Michelangelo Buonarroti with his stories

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

Il cartone dell’Epifania in restauro al British Museum

🇮🇹Al British Museum sono in corso i lavori di restauro del mio cartone dell’Epifania, uno dei pochissimi arrivati indenni o quasi fino ai vostri giorni. Sarà un restauro abbastanza complesso e impegnativo che proseguirà fino al maggio 2024…
🇬🇧At the British Museum, the restoration work is underway on my Epiphany cartoon, one of the very few that arrived undamaged or almost up to your day. It will be a fairly complex and demanding restoration that will continue until May 2024…

Le Opere del Natale: La Natività del Caravaggio

🇮🇹L’opera del Natale che vi propongo oggi è un dipinto trafugato nel 1969: la Natività con i Santi Lorenzo e Francesco d’Assisi del Caravaggio…
🇬🇧The work of Christmas that I propose today is a painting stolen in 1969: the Nativity with Saints Lorenzo and Francis of Assisi by Caravaggio…

Giovanni Boldini e il mito della Belle Époque in mostra ad Asti

🇮🇹Genio della pittura che più di ogni altro ha saputo restituire le atmosfere rarefatte di un’epoca straordinaria, Boldini è pronto a trasportare il pubblico nelle sue opere nella mostra allestita a Palazzo Mazzetti di Asti.
🇬🇧A genius of painting who more than any other has been able to restore the rarefied atmospheres of an extraordinary era, Boldini is ready to transport the public to his works in the exhibition set up at Palazzo Mazzetti in Asti.

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

2 Comments »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: