I modelli africani e il soldato di San Paolo

Il soldato che vedete qui raffigurato è il medesimo che affrescai poi nella Conversione di Saulo. Probabilmente si tratta del disegno preparatorio di parte del cartone che purtroppo è andato perduto.

Questo giovane è il soldato che si trova immediatamente dietro Saulo appena folgorato sulla via di Damasco. Lo disegnai a carboncino nero su carta e, come potete vedere, è privo dei piedi perché poi nell’affresco sarebbero stati coperti dal manto di San Paolo. Anche parte del braccio destro latita poiché tanto nella pittura ci sarebbe stato un altro soldato a celarne la visione.

Guardate bene il volto di questo soldato. Notate qualcosa di strano? Ebbene, i tratti del naso, della bocca ma anche l’ovale del viso sono quelli di un uomo proveniente dalla parte di mondo che oggi voi chiamate Africa Subsahariana. Non è l’unico caso in cui nei miei disegni compaiono modelli di colore che adoperai soprattutto per realizzare il Giudizio Universale.

La scelta potrà sembrarvi strana e inusuale per l’epoca in cui vivevo e in effetti così è. E se avessi scelto questi modelli per le loro muscolature molto più pronunciate? Solitamente chi arrivava dal continente africano in Europa nel Cinquecento, così come purtroppo anche nei secoli successivi, non era certo una persona libera. Questi giovani aitanti erano probabilmente schiavi e, praticando dalla mattina alla sera lavori di fatica, le loro muscolature divenivano molto più sviluppate il ché era perfetto per il mio fine artistico.

Durante la trasposizione sulla parete però cambiavo i tratti del viso adeguandoli a quelli più tipicamente europei. Perché cambiavo i tratti somatici? Beh, provate a immaginare la reazione del papa di turno e di tutto il resto del clero a vedere un infedele non rappresentato come schiavo dentro i luoghi più sacri della cristianità. Avrei potuto finire sul rogo pure io e credetemi, già me la stavo giocando a dadi la vita con la mia appartenenza al gruppo dei cosiddetti Spirituali molto vicini alla successiva riforma protestante.

Questo singolare e poco conosciuto disegno attualmente si trova presso il Rijksmuseum di Amsterdam e venne acquistato durante la vendita Reitlinger di Londra del 1957.

IMG_20160615_141038

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...