Lo Schiavo Morente

Lo Schiavo Morente è forse una delle figure più sensuali alle quali ho dato vita. Vero, non è finita, ma chi si trova dinnanzi a quell’opera non può non avere un attimo di smarrimento o una profonda inquietudine. Rimanere indifferenti non è possibile, ve lo garantisco.

Questa scultura faceva parte del secondo progetto ideato per la monumentale Tomba di Giulio II. La seconda versione era assai ridimensionata rispetto alla prima ma comunque manteneva un aspetto a dir poco grandioso.

Con i suoi 2 metri e 15 cm lo Schiavo Morente avrebbe dovuto essere collocato al ridosso di uno dei pilastri attigui alle Vittorie. “Una figura di marmo, ritta alta quattro braccia, che à le mani dietro” annotai in una lettera facendo riferimento all’opera che vide in realizzazione Luca Signorelli quando venne a trovarmi a casa mia a Roma.

I lacci stringono il petto e il polso sinistro dello Schiavo mentre sembra voler sostenere il peso della testa con il braccio alzato. Se l’avessi sistemato dinnanzi al pilastro, l’effetto ottico sarebbe quello di un lento scivolamento verso il basso del corpo non più sostenuto dalla forza vitale.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti per oggi vi saluta e evita di passare da Piazza della Signoria per non vedere quel tartarugone luccicante di Jan Fabre

 

5048481809_828da7f91d_b

Annunci

3 thoughts on “Lo Schiavo Morente

  1. Pingback: Lo Schiavo Morente | Pittura1arte2disegno3

  2. Pingback: La scimmietta dello Schiavo Morente | Michelangelo Buonarroti è tornato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...