Vai al contenuto
Annunci

Il papa si dimenticava di pagarmi

Per quattro lunghi anni dipinsi nelle posizioni più inimmaginabili ma alla fine ne valse la pena. La Volta della Cappella Sistina con i miei affreschi fece da scuola al mondo. Le arrabbiature, la fatica, i litigi col papa e le notti insonni che mi costò quel capolavoro non saprei spiegarvele a parole rendendo bene l’idea.

“Ei tratta con Papi come nemmeno il re di Francia avrebbe l’ardire di fare” diceva Pier Soderini di me. D’altro canto non è che avessi scelta e con Giulio II gli scontri erano all’ordine del giorno. non mi lasciava un attimo di tregua e ogni momento varcava le soglie della Cappella per constatare a che punto fossero i lavori. Mi ricordo che una volta ebbe la sfrontatezza di portare con sé amici suoi. Non ci impiegai molto a chiedergli perché volesse che dei ciechi giudicassero il mio lavoro.

I primi giorni di settembre del 1510 papa Giulio II della Rovere partì alla volta della conquista della Val Padana nel tentativo di difenderla dall’attacco dei francesi. Spese un quantitativo enorme di danari nell’impresa e mi lasciò a Roma senza un quattrino. Da tempo non stavo ricevendo quanto mi doveva e non avevo intenzione di continuare i lavori alla Sistina gratuitamente.

Montai sul mio cavallo baio e in poco tempo arrivai in quel di Bologna alla ricerca dei miei denari che il papa mi doveva.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti che stamani ha voglia di ricordare le sue lotte con papa Giulio II.

figmaschile

The Pope forgot to pay me

For four long years, I painted in the most unimaginable positions but in the end it was worth it. The Vault of the Sistine Chapel with my frescoes was the school in the world. The anger, the fatigue, the quarrels with the Pope and the sleepless nights that cost me that masterpiece I could not explain it to you by making the idea good.

“He turns to the Popes as not even the king of France would have the audacity to do” said Pier Soderini of me. On the other hand, it was not that I had chosen and with Giulio II the clashes were the order of the day. He did not leave me a moment’s respite and every moment he crossed the threshold of the Chapel to see where the work was. I remember he once had the effrontery to bring his friends with him. It did not take me long to ask him why he wanted the blind to judge my work.

The first days of September 1510 Pope Julius II della Rovere set off for the conquest of the Val Padana in an attempt to defend it from the attack of the French. He spent a huge amount of money in the enterprise and left me in Rome without a penny. For some time I was not receiving as much as I needed and for sure I was not going to continue the Sistine work for free.

I went up to my horse bay and in a short time arrived in Bologna in search of my money that the Pope owed me.

Your always Michelangelo Buonarroti who this morning wants to remember his struggles with Pope Julius II.

Annunci

1 commento »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: