Vai al contenuto
Annunci

Il serpente di bronzo

Nella volta della Cappella Sistina volli raffigurare numerose scene e personaggi della Genesi. Fra i vari soggetti che decisi a suo tempo di affrescare, c’è anche Il Serpente di Bronzo ovvero una delle storie della salvazione di Israele durante le quali il popolo israelita venne protetto dall’Altissimo. E’ una delle ultime immagini a cui misi mano prima di concludere definitivamente la decorazione della volta. 

La scena si trova nel pennacchio a sinistra dell’altare e ha un forte impatto scenico ed emotivo. Il popolo di Israele s’era macchiato della colpa di aver dubitato di Dio,  mormorando falsità a discapito di Mosè. Dio gli inviò allora serpenti velenosi per punirli e uccidere i peccatori impenitenti. Mosè però si pentì della sua collera e forgiò un serpente di bronzo come antidoto. Infatti ogni persona morsicata dai serpenti velenosi poteva essere salvata da morte certa unicamente guardando negli occhi il serpentone di bronzo.

Nello spazio del pennacchio che avevo a disposizione, cercai di ricreare il tumulto di corpi intrecciati rendendolo ancora più inquietante con colori in forte contrasto fra di loro. Mi sbizzarrii nel creare scorci prospettici azzardati e dando vita a volti trasformati in maschere dolorose.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti con i suoi discorsi e i suoi racconti

400px-Michelangelo,_Brazen_Serpent_02

The bronze snake

In the vault of the Sistine Chapel I wanted to depict numerous scenes and characters from Genesis. Among the various subjects that I decided at the time to paint, there is also The Serpent of Bronze or one of the stories of the salvation of Israel during which the Israelite people were protected by the Most High.

It is one of the last images I put my hand into before finally finishing the decoration of the vault. The scene is found in the plume to the left of the altar and has a strong scenic and emotional impact.

The people of Israel had been guilty of the guilt of having doubted God, murmuring falsehood at the expense of Moses. God then sent him poisonous snakes to punish them and kill unrepentant sinners. But Moses repented of his anger and forged a bronze serpent as an antidote. In fact, every person bitten by poisonous snakes could be saved from certain death only by looking at the bronze snake in the eye.

In the space of the plume I had available, I tried to recreate the tumult of intertwined bodies, making it even more disturbing with colors in sharp contrast between them. I indulged in creating risky perspective views and giving life to faces transformed into painful masks.

Your always Michelangelo Buonarroti with his speeches and his stories

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: