Skip to content
Annunci

La Cappella Sistina e il nuovo sistema di illuminazione a led

Se ancora non sapete la grande novità ve la racconto io. Quale sarebbe la notizia? Ebbene, a fine mese la Cappella Sistina avrà un innovativo sistema di illuminazione a led che la farà risplendere come mai prima è accaduto in passato. Attualmente sono in fase di posizionamento 7000 mila led atti a illuminare proprio il Giudizio Universale per festeggiare così non solo i 450 anni dalla mia dipartita ma anche il compimento dei 20 anni dalla fine del colossale restauro.

E non è tutto. Infatti sarà attivato anche un nuovo impianto di climatizzazione per abbattere in maniera significativa pulviscolo, particelle inquinanti e altre particelle introdotte nella Cappella dai 6 milioni di visitatori che ogni arrivano da tutto il mondo per ammirare i miei capolavori e quelli dei miei colleghi quattrocenteschi. Umidità è calore saranno continuamente monitorati così come verranno contate una ad una le persone che entreranno all’interno in uno dei più preziosi scrigni dell’arte.

È stato Antonio Paolucci in persona, ovvero l’attuale direttore dei musei vaticani, a presentare il nuovo progetto oramai in dirittura di arrivo. Il 30 e il 31 ottobre, all’interno dell’auditorium della Conciliazione, si terrà una convegno di respiro internazionale intitolato “La Cappella Sistina venti anni dopo. Nuovo respiro e nuova luce” durante la quale verrà fatto il punto della situazione relativa alla manutenzione degli affreschi.

I nuovi lavori sono costati un occhio della testa: 3milioni di euro. A sborsare l’ingente cifra sono state le aziende che si sono fatte carico dell’oneroso incarico: la Osram e la Carrier.

Col nuovo impianto sarà possibile vedere sotto un’altra luce gli affreschi e al contempo si otterrà un risparmio energetico pari al 50% nonché un significativo abbattimento di calore.

Questi nuove installazioni, come precisa la responsabile dell’Ufficio Conservazione dei Musei Vaticani Vittoria Cimino, non potranno però aumentare l’affluenza delle persone all’interno della Sistina perché già il numero di visitatori contati in un ora è pari a 2mila.

Io ho già le valigie pronte e non mi voglio perdere questo spettacolo. Venite con me a visitare la Sistina illuminata dal sistema a led, l’emozione è assicurata.

Il vostro Michelangelo Buonarroti che ogni tanto vi da’ pure belle notizie.

113833676-7be460e3-d8a4-4aaa-ab1d-7ff357079a3e

Tecnici al lavoro

113835801-b6bdfb2b-e6fb-40fd-bb92-f574cfbf8fa6

Folla quotidiana

Annunci

1 commento »

  1. Nella Cappella Sistina affrescata da Michelangelo, sopra il Giudizio, (come si vede dalla foto), speculare all’Innalzamento del serpente di rame, da parte di Mosè, vi è dipinta la crocifissione di Aman, primo ministro persiano che voleva uccidere gli ebrei e poi a morire sarà lui. (cfr. Libro di Ester). Abbiamo una promessa sotto forma di minaccia. Aman protagonista negativo del carnevale ebraico, di allora e di adesso (Purim), negli affreschi di Michelangelo assomiglia al Gesù giudice del Giudizio Universale. Ma in questo caso la somiglianza a cui si alluderebbe non sarebbe fisica ma funzionale. Il genio di Michelangelo, in un fantastico viaggio nel tempo, avrebbe visto la morte di Gesù in croce, mentre assumeva anche il ruolo di Aman. In un carnevale si perde la cognizione di quello che si fa. “Padre perdonali, perché non sanno quello che fanno” (Lc 23,34). Gesù amando tutti sarebbe sceso il più in basso possibile per non tralasciare nessuno. Cfr. ebook/book. Tre uomini un volto: Gesù, Leonardo e Michelangelo. Grazie.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: