Vai al contenuto

La Cappella degli Scrovegni affrescata da Giotto

La Cappella degli Scrovegni è un capolavoro di pittura europea trecentesca. In soli due anni Giotto diede vita a uno dei cicli pittorici più importanti di sempre che ancora oggi attrae migliaia di visitatori ogni anno

La storia di questa cappella ebbe inizio nel 1300 quando a Padova, il facoltoso banchiere Enrico Scrovegni, volle acquistare un terreno ubicato al di sopra dell’antico anfiteatro romano per costruire una piccola cappella a navata unica, alta 12,65 metri.

Annunci

La cappella fu dedicata a Santa Maria della Carità ma da tutti verrà poi conosciuta come Cappella degli Scrovegni. L’ambiente era collegato direttamente al Palazzo degli Scrovegni che ahimè fu abbattuto nel 1827.

Enrico Scrovegni volle che fosse Giotto ad affrescare la sua nuova cappella e gli commissionò i lavori nel 1303. I lavori procedettero spediti tanto che furono terminati nel 1305. Già l’anno precedente erano buon punto tanto che papa Benedetto XI concesse l’indulgenza a tutti i fedeli che avrebbero visitato la Cappella, già in gran parte affrescata.

Annunci

Se le Storie di San Francesco dipinte bella Basilica Superiore di Assisi sono arrivate fino ai vostri giorni non in perfetto stato di conservazione, gli affreschi di Padova hanno meglio resistito all’inesorabile scorrere del tempo.

Giotto ideò un complesso programma iconografico, dipingendo ogni centimetro quadrato di superficie a disposizione.

Le pareti della navata sono decorate con uno zoccolo di marmi finti dipinti che lasciano spazio a nicchie sempre affrescate con le allegorie dei Vizi e delle Virtù monocrome.

Annunci

Il tema centrale degli affreschi giotteschi è incentrato sulla salvezza e ha inizio dalla lunetta al di sopra dell’arco trionfale con l’affresco in cui Dio si riconcilia con l’umanità, affidando all’arcangelo Gabriele il compito di annunciare alla Vergine la venuta del Salvatore.

Nel primo registro della parete sud Giotto affrescò le Storie di Gioacchino e Anna mentre nel primo registro della parete Nord ci sono le Storie di Maria.

Annunci

La controfacciata della Cappella degli Scrovegni è interamente occupata dal Giudizio Universale. Al centro della scena c’è Cristo Giudice all’interno della mandorla mentre ai due lati, seduti in trono, si vedono i dodici apostoli. La parte superiore dell’affresco è decorata con le schiere angeliche mentre a destra in basso c’è la parte dedicata all’inferno.

Nella parte a sinistra in basso si vedono le due processioni degli eletti.

Annunci

I libri

A seguire vi propongo alcuni interessanti libri che sono stati pubblicati relativi alla Cappella degli Scrovegni.

Giotto: la cappella degli Scrovegni di Claudio Bellinati: lo trovate QUA.

Giotto, il grande narratore: Gli affreschi della Cappella degli Scrovegni a Padova – una proposta di approfondimento di Giulio Zennaro. Lo trovate QUA.

Giotto. La cappella degli Scrovegni. Ediz. illustrata di Stefano Zuffi. Lo trovate QUA.

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e suo social.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

25 settembre 1595: a Ponte Vecchio arrivano gli orafi

Ponte Vecchio è noto e apprezzato in tutto il mondo per il suo inconfondibile aspetto con gli edifici costruiti sopra le tre arcate ma anche perché proprio lì sopra, da secoli, sono presenti le più prestigiose e antiche botteghe orafe della città.

Il Perseo del Cellini

Da secoli il Perseo del Cellini se ne sta lì davanti alla Loggia dei Lanzi mostrando nella mano sinistra la testa appena mozzata di Medusa e nell’altra la spada sguainata. Con i piedi sopra il suo corpo oramai esanime, mostra a tutti come ha vinto grazie allo scudo che gli donò Atena, l’unica mortale delle tre Gorgoni.

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

2 Comments »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: