Vai al contenuto

22 giugno 1865: il Palazzo del Bargello diventa museo Nazionale

Il 22 giugno del 1865 nacque il primo museo dell’Italia unita: il Museo Nazionale del Bargello.

La parte più antica del palazzo è quella che si affaccia su Via del Proconsolo e risale al 1255. Stando a ciò che riporta Vasari, fu progettato da Lapo Tedesco e poi rialzato fra il 1340 e il 1345 da Neri di Fioravanti.

Annunci

Fu sede podestarile e del consiglio degli Anziani prima di divenire nel Quattrocento la sede del Consiglio di Giustizia. Con il duca Cosimo I de’ Medici, nel 1574, il palazzo iniziò a essere usato come la sede del Capitano di Giustizia, figura che al tempo veniva appellata per l’appunto bargello. Per i tre secoli successivi fu adoperato come carcere e al suo interno venivano decretati arresti, eseguiti interrogatori e condanne capitali.

Annunci

Il 3 febbraio del 1865 Firenze era divenuta capitale d’Italia e alcuni dei suoi importanti palazzi furono trasformate in sedi delle istituzioni: Palazzo Vecchio accolse il Parlamento e gli Uffizi il Senato. Quel nuovo assetto impose lo sgombero di alcuni ambienti e fu necessario trovare una nuova collocazione alle collezioni medicee che ospitavano.

Proprio in quel frangente di decise di spostare le sculture rinascimentali al nascente Museo Nazionale del Bargello arricchendolo con le collezioni dell’Armeria medicea, i bronzetti del guardaroba mediceo e le sculture del Salone dei Cinquecento.

Annunci

Oggi il Museo Nazionale del Bargello custodisce importanti opere rinascimentali mie, di Donatello, del Cellini. Verrocchio e Luca della Robbia ma anche splendide collezioni di maioliche, smalti, avori e bronzi.

Dal 2014, a seguito della riforma Franceschini, il Bargello è diventato un museo a statuto speciale con giurisdizione sulle Cappelle Medicee. Orsanmichele, Palazzo Davanzati e Casa Martelli.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti e i suoi racconti.

Annunci

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

La riverenza che aveva l’Ammannati nei miei confronti

L’Ammannati nei mie confronti aveva una vera e propria ammirazione. Mi considerava suo maestro e forse di più tanto da appellarmi in una lettera Sua Maestà.

Il lago di Isola Santa

Un bacino artificiale, tetti di ardesia, casette in pietra e boschi di castagno: è la sintesi di Isola Santa, un borgo suggestivo che sembra uscito da un racconto dei fratelli Grimm.

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: