Le lunette perdute della Sistina

Queste che vedete a seguire sono due incisioni realizzate nell’Ottocento da Ottley sulla base di disegni cinquecenteschi delle lunette della Sistina oramai andati perduti. Una testimonianza abbastanza rara delle due lunette mie che distrussi per lasciare posto al grande affresco del Giudizio Universale fra il 1535 e il 1536. Dal punto di vista prettamente cronologico sono le ultime che affrescai ma le prime nell’ordine genealogico di Cristo, dettagliatamente descritto nel Vangelo di Matteo.

Nella lunetta di con Phares, Esron e Aram, la figura di Phares è quella che sta dormendo semi-sdraiata. Esistono quattro schizzi del personaggio nei cosiddetti miei taccuini di Oxford. I personaggi che si intravedono in secondo piano alle sue spalle sarebbero la moglie e il figlio Esrom. Sulla destra, appoggiato a un bastone da pellegrino, compare Aram, alquanto indeciso sulla viandanza da intraprendere.

img_20161112_153948

La lunetta con Abraam, Isaac, Iacob e Iudas è quella in cui raffigurai i primi quattro progenitori di Cristo. Il giocane intento a leggere è Giacobbe mentre il giovane al suo fianco è Giuda affiancato dalla madre. A destra c’è Abramo con la sua lunga barba e alle spalle il figlio Isacco con il fascio di legna che servirà per il sacrificio.

img_20161112_154022

Entrambe le incisioni si trovano all’Ashmolean Museum di Oxford ma esiste anche una versione cinquecentesca delle medesime compresa nell’intera raffigurazione della volta eseguita da Adamo Ghisi conservata presso il Castello di Windsor.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti con le sue lunette andate perdute.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...