Vai al contenuto
Annunci

Non lasciai niente al caso, nemmeno i dettagli più minuti

Ogni dipinto, affresco, disegno o scultura che creai non fu frutto del caso. Ogni singolo dettaglio ha sempre ha avuto una fondamentale importanza per me. Se non fosse stato così nessuno oggi parlerebbe più del mio talento né delle mie creazioni o dei miei pensieri.

Anche per affrescare Isaia mi ci volle impegno, fatica senza contare tutti gli studi fatti. Ma d’altro canto è risaputo che le cose semplici a me non sono mai andate a genio. Chissà poi quale colpa dovessi espiare a caso ripensato.

Isaia profetizzava la venuta di Cristo, l’inizio dell’era messianica e la nascita della Vergine. Allora come adesso i sette profeti della Bibbia sono un po’ considerati come il simbolo dei sette doni dello Spirito menzionati proprio da Isaia: la sapienza, l’intelligenza, il consiglio, la fortezza, la conoscenza, la pietà e il timore di Dio. Se ci fate caso, ogni profeta che affrescai riflette uno di questi doni con i vari atteggiamenti del corpo.

Isaia infatti si volge per ascoltare il genio alle sue spalle che sta parlando mettendo in evidenza il fatto di tenere in considerazione il suo consiglio. Guardate Ezechiele e la sua imponenza: non vi ispira forse fortezza? Zaccaria non può che essere raffigurato come la saggezza. Giona, con il suo sguardo rivolto verso il creatore che sta separando le tenebre dalla luce è il perfetto interprete del dono del timore di Dio. Geremia col suo sconforto totale suscita compassione mentre Daniele e Gioele sono il primo la conoscenza e il secondo l’intelligenza.

Ai miei tempi per essere considerati dei validi artisti non solo era necessario conoscere l’anatomia umana e avere ottime competenze nell’utilizzo dei colori o, nel caso della scultura, degli attrezzi del mestiere e del marmo, ma la conoscenza delle Sacre Scritture doveva essere profonda. In parte perché le maggiori commissioni venivano offerte da alti prelati ma anche perché attraverso l’arte si celebrava la grandezza di Dio.

Se vi capiterà d ritrovarvi sotto la volta affrescata della Cappella Sistina, osservate i dettagli, anche quelli più minimi perchè non dipinsi niente a caso e ogni singola figura ha uno specifico motivi di essere posta lì. Non ho lasciato niente al caso: le espressioni dei volti, i colori adoperati, gli atteggiamenti dei corpi finanche i fregi…tutto ha un significato proprio.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti vi attende sotto quella volta che continua ad attrarre e affascinare migliaia di visitatori ogni anno.

Michelangelo,_profeti,_Isaiah_01

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: