Vai al contenuto

Volta della Cappella Sistina: ecco la tavolozza che adoperai

La tavolozza che scelsi per dipingere la volta della Sistina è quella del buon frescante.

Evitai scrupolosamente di usare tutti tutti quei colori che prevedevano l’utilizzo di un legante. In un primo momento usai anche il minio, presente solo nel riquadro del Diluvio Universale ma poi feci presto ad abbandonarlo perché, come annotava pure il Cennini “non si può lavorare in fresco”.

Annunci

Successivamente, per i rossi, preferii di gran lunga ricorrere all’uso del morellone, delle ocre e dell’arancio di piombo.

Non volli mai adoperare l’azzurrite che pur è un colore che si usa in affresco, né la malachite. Entrambi in presenza di umidità cambiano la loro tonalità iniziale. In particolare l’azzurrite vira verso il verde intenso: mica potevo dipingere un cielo che qualche decennio dopo si sarebbe poi trasformato in un grande prato verde. Era un rischio che non mi potevo permettere di correre.

Annunci

Per gli azzurri della volta così scelsi di fare un uso abbondante di smaltino e di un uso molto morigerato di lapislazzuli. Come vi ho raccontato altre volte, quest’ultimo colore era costosissimo e dato che dovevo anticipare i soldi per i colori di tasca mia, preferii non usarlo.

Per quanto riguarda il bianco, scelsi sempre il bianco San Giovanni mentre per i bruni scelsi il bruno di Marte, la terra d’ombra e la terra di Siena bruciata.

Per i gialli optai per le ocre gialle e il giallo di Marte mentre per il verde adoperai solamente la terra verde.

Annunci

Infine, per completare la tavolozza della volta, per i neri volli adoperare il nero avorio e il nero vite. Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

Vault of the Sistine Chapel: here is the palette you will use

The palette I chose to paint the Sistine vault is that of the good fresco painter.

I scrupulously avoided using all those colors that required the use of a binder. At first I also used red lead, present only in the box of the Universal Flood but then I quickly abandoned it because, as Cennini also noted, “you cannot work in fresco”.

Subsequently, for the reds, I much preferred to resort to the use of morellone, ocher and lead orange.

I never wanted to use azurite, which is a color used in frescoes, nor malachite. Both in the presence of humidity change their initial hue. In particular, azurite turns towards intense green: I couldn’t paint a sky that a few decades later would turn into a large green lawn. It was a risk I couldn’t afford to take.

For the blues of the vault, I chose to make an abundant use of polish and a very moderate use of lapis lazuli. As I have told you on other occasions, this last color was very expensive and since I had to advance the money for the colors out of my own pocket, I preferred not to use it.

As for the white, I always chose the white San Giovanni while for the browns I chose the brown of Mars, the umber and the burnt Sienna. For the yellows I opted for the yellow ochres and the yellow of Mars while for the green I used only the green earth.

Finally, to complete the palette of the vault, I chose ivory black and vine black for the blacks.

For the moment, your Michelangelo Buonarroti greets you by giving you an appointment at the next posts and on social networks.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

  • San Pietro e l’attenzione avevo nello scegliere i materiali per la sua costruzione

    San Pietro e l’attenzione avevo nello scegliere i materiali per la sua costruzione

    🇮🇹Quando soprintendevo ai lavori per il cantiere di San Pietro, la scelta e l’approvvigionamento dei materiale di qualità era per me di fondamentale importanza… 🇬🇧When I supervised the works for the San Pietro construction site, the choice and supply of quality materials was of fundamental importance for me…

  • 18 febbraio: gratis i Musei del Bargello

    18 febbraio: gratis i Musei del Bargello

    🇮🇹Belle notizie in arrivo: il 18 febbraio i Musei del Bargello apriranno gratuitamente al pubblico per celebrare in grande stile l’anniversario della morte di Anna Maria Luisa de’ Medici… 🇬🇧Good news on the way: on 18 February the Bargello Museums will open free to the public to celebrate the anniversary of the death of Anna Maria Luisa de’ Medici in grand style…

  • La Scultura del Giorno: Amore e Psiche stanti di Canova

    La Scultura del Giorno: Amore e Psiche stanti di Canova

    🇮🇹La scultura del giorno che vi propongo oggi è Amore e Psiche stanti di Antonio Canova, il gruppo che ha per tema l’eterno conflitto fra l’amore e la psiche… 🇬🇧The sculpture of the day that I propose to you today is Cupid and Psyche by Antonio Canova, the group that has as its theme the eternal conflict between love and the psyche…

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: