Vai al contenuto

La mia spiritualità come chiave di lettura delle opere

La mia spiritualità à la chiave di lettura di molte opere che realizzai, soprattutto nella seconda fase della vita che ha inizio con la realizzazione del Giudizio Universale.

Mi ero avvicinato con ardore alla corrente degli spirituali, una corrente riformatrice in seno alla curia romana, molto attiva in tutti gli anni Quaranta dei Cinquecento. 

Annunci

A seguire vi riporto una puntuale analisi di Charles de Tolnay che riguarda da vicino la mia spiritualità.

“Durante la giovinezza e l’età matura, Michelangelo non si chiedeva se fosse degno della salvazione, e pare che non avesse una chiara coscienza del peccato. Questo mutamento di prospettiva sembra che sia in rapporto con l’età e con l’amicizia nutrita di profonda ammirazione per la marchesa di Pescara, Vittoria Colonna, ch’egli dovette conoscere nel 1536 o 38 e con la quale s’intratteneva in animate discussioni intorno ad argomenti religiosi.

Non è improbabile che sia stata Vittoria Colonna a svegliare in Michelangelo la coscienza del peccato e a suscitare in lui le preoccupazioni sulla Salvazione dell’Anima. Vittoria Colonna conobbe, probabilmente per mezzo di Juan de Valdés, la dottrina della giustificazione per la sola fede, e può ben darsi che sia stata lei a farla conoscere a Michelangelo, il quale ne rimase profondamente colpito.

Annunci

In parecchie delle sue tarde poesie è probabile rintracciare allusioni ad una tale dottrina. Questo non vuol dire però, che l’artista avesse rinunciato alle opere bune giacché, per tutta la vita, egli aiutò sempre i bisognosi con doni ed elemosine. Ed era anche sua abitudine mandare denaro a suo padre o al suo fratello prediletto Buonarroti e Firenze perché facessero dire delle messe per l’anima sua”

Per il momento il vostro Michelangelo Buonarroti vi saluta dandovi appuntamento ai prossimi post e sui social.

My spirituality as a key to reading the works

My spirituality is the key to reading many of the works I made, especially in the second phase of my life that begins with the realization of the Last Judgment.

I had eagerly approached the current of the spirituals, a reforming current within the Roman curia, very active throughout the forties of the sixteenth century.

Below I report a precise analysis by Charles de Tolnay which closely concerns my spirituality.

“During his youth and mature age, Michelangelo did not ask himself if he was worthy of salvation, and it seems that he did not have a clear awareness of sin. This change of perspective seems to be related to age and to the friendship nurtured by deep admiration for the Marquise of Pescara, Vittoria Colonna, whom he must have known in 1536 or 38 and with whom he had entertained in animated discussions. around religious topics.

It is not unlikely that it was Vittoria Colonna who awakened the conscience of sin in Michelangelo and aroused in him concerns about the Salvation of the Soul. Vittoria Colonna learned, probably through Juan de Valdés, the doctrine of justification by faith alone, and it may well be that she was the one who introduced it to Michelangelo, who was deeply impressed by it.

In several of her late poems it is probable to trace allusions to such a doctrine. This does not mean, however, that the artist had given up on good works since, throughout his life, he always helped the needy with gifts and alms. And it was also his habit to send money to his father or his favorite brother Buonarroti and Florence to have masses said for his soul “

For the moment, your Michelangelo Buonarroti greets you by giving you an appointment at the next posts and on social networks.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

  • Le storie di San Francesco di Giotto nel documentario di Zeffirelli

    Le storie di San Francesco di Giotto nel documentario di Zeffirelli

    Se avete una manciata di minuti a disposizione e volete dedicarvi a qualcosa di bello, vi propongo questo interessante documentario dal titolo “Le storie di San Francesco di Giotto”..

  • Io Canova: la nuova mostra dedicata al genio europeo

    Io Canova: la nuova mostra dedicata al genio europeo

    🇮🇹In occasione dei 200 anni dalla morte di Antonio Canova, i Musei Civici di Bassano del Grappa ospitano una grande mostra a lui dedicata: “Io Canova, genio europeo”… 🇬🇧On the occasion of the 200th anniversary of Antonio Canova’s death, the Civic Museums of Bassano del Grappa are hosting a large exhibition dedicated to him: “Io Canova, European genius”…

  • Quando si pensò di mettere il David nella Cappella dei Principi

    Quando si pensò di mettere il David nella Cappella dei Principi

    🇮🇹Sapete che ci fu un momento in cui il David rischiò di essere posto al centro della Cappella dei Principi? Uno smacco per me e pure per i Medici… vi racconto quell’incredibile storia 🇬🇧Do you know that there was a moment when the David risked being placed in the center of the Chapel of the Princes? A setback for me and also for the Medici … I’ll tell you that incredible story

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: