Vai al contenuto

L’ironia non mi mancava mai, nemmeno nei momenti meno belli

L’ironia era un mio tratto distintivo. Lo so che questa caratteristica non è tanto nota ai posteri eppure mi ha sempre fatto compagnia assieme alla malinconia anche nei momenti più cupi dell’esistenza. Nelle lettere se ne trovano un sacco di esempi ma anche nei versi ricchi sì di pathos ma che talvolta hanno risvolti inaspettati.

Sapete, il giovane Cecchino Bracci veniva da me a imparar l’arte della scultura ma ahimè, morì a soli sedici anni, l’8 febbraio del 1544.

Quella prematura scomparsa ci lasciò sgomenti un po’ tutti. Se ne andò così, nel periodo in cui mi occupavo del riassetto di Piazza del Campidoglio. Suo zio Luigi del Riccio era un caro amico ma non solo. Dal 1541 era un po’ il mio segretario e lavorava presso la banca romana di Filippo Strozzi.

Annunci

Luigi del Riccio mi chiese di realizzare un disegno per un sepolcro in marmo e la composizione di alcuni epitaffi dedicati al giovane Cecchino.

Nonostante gli impegni da onorare mi misi subito al lavoro e progettai una tomba semplice ma raffinata che probabilmente poi feci realizzare all’Urbino. Se volete vederla si trova nella chiesa dell’Aracoeli a Roma. Composi poi ben cinquanta epitaffi dedicati a Cecchino Bracci.

Sono tutti caratterizzati da un tono malinconico come l’evento richiedeva ma alcuni sono accompagnati da frasi assai scherzose. Che sia stato un modo per sollevare l’umore dello zio che già doveva portare in cuore un peso simile? E’ molto probabile.

Annunci

In questo foglio che vi mostro, appartenente all’archivio di Casa Buonarroti, ci sono quattro epitaffi che scrissi a memoria di Cecchino. A lato però apposi una nota ironica concludendola con il disegno stilizzato di un corvo. Come mai proprio questo uccello? In pratica completa l’indirizzo di casa mia. Prima del corvo sta scritto ” Michelangelo a Macel de’…” . Macel de’ Corvi era il quartiere dove era ubicata la mia casa a Roma.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti con i suoi racconti e i suoi discorsi.

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

I colori usati nel Rinascimento

Nella pittura, la scelta dei colori ha un ruolo fondamentale fin dalla notte dei tempi.
Quali erano i pigmenti più utilizzati nel Rinascimento?

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Annunci

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: