Vai al contenuto

Categoria: carteggio

La lettera accorata che scrissi a Pietro Gondi

"Il vituperio è el premio di tucti gl'uomini da bene" Così scrissi in una lettera a Pietro Gondi, preoccupato per il mio capomastro che l'unica cosa che faceva era incasinarmi e starmi fra i piedi...

I banchi di lettura: proprio come il papa li voleva

Papa Clemente VII, raffinato intenditore d'arte e d'architettura, non mancava mai di dire la sua sul progetto della Biblioteca Medicea Laurenziana avendo il desiderio di veder messa a frutto un'idea che già era balenata in mente a suo zio Lorenzo de' Medici. Fu lui che...

Intimorivo anche i papi

Che non avessi un grande tatto è cosa nota come è noto non fossi amato per le doti diplomatiche che non possedevo. Meno noto è invece il fato che incutevo timore pure nei papi.

Il ritratto di Andrea Quaratesi

Andrea Quaratesi era un giovane e nobile fiorentino. Gli insegnavo a disegnare e non è certo da escludere ci legasse qualcosa di più di una semplice amicizia.