Vai al contenuto

La Fontana delle Rane a Roma

Conoscete la strana Fontana delle Rane di Piazza Mincio a Roma? Oggi vi porto alla scoperta di questa fontana, edificata assai recentemente.

La storia della Fontana delle Rane

Per vedere con i vostri occhi la Fontana delle Rane a Roma, dovete dirigervi verso il quartiere Coppedé: la vedrete sgorgare le acque al centro di Piazza del Mincio.

Fu progettata dall’architetto Gino Coppedé nel 1915 e poi realizzata fra il 1921 e il 1927. Ha uno stile liberty eclettico proprio come gli edifici che la circondano, costruiti fra il 1815 e il 1926. I lavori per la fontana procedettero un po’ a rilento a causa dello scoppio della Prima Guerra Mondiale.

La fontana è realizzata in malta cementizia e travertino. E’ composta da una grande vasca esterna circolare posizionata sopra un gradino. Al suo interno c’è la vasca quadrilobata che sostiene per ogni lobo una catino superiore più piccolo a forma di conchiglia.

Annunci

L’acqua zampilla dalle bocche delle figure umane che sostengono sulle spalle le conchiglie, riempite a loro volta dal getto che fuoriesce dalle bocche delle rane.

La fontana culmina con un catino sul quale sono posizionate otto rane girate di schiena che fanno zampillare l’acqua dalle loro bocche,

La Fontana delle Rane come composizione ricorda quella delle Tartarughe che si trova in Piazza Mattei. Sembra proprio che l’architetto abbia voluto rendere omaggio al grande Bernini con la presenza ricorrente delle conchiglie e la grande ape posta sulla vasca quadrilobata.

Annunci

La Fontana delle Rane è stata da poco sottoposta a un attento restauro che si è concluso il 5 ottobre 2020. L’intervento è stato eseguito sotto la direzione tecnico scientifica della Sovrintendenza capitolina ed è il primo restauro in assoluto effettuato sull’opera dal momento della sua inaugurazione, nel 1927.

Il sempre vostro Michelangelo Buonarroti, i suoi racconti e le fontane di Roma

Sostienici – Support Us

Se questo blog ti piace e ti appassiona, puoi aiutarci a farlo crescere sempre più sostenendoci in modo concreto condividendo i post, seguendo le pagine social e con un contributo che ci aiuta ad andare avanti con il nostro lavoro di divulgazione. . ENGLISH: If you like and are passionate about this blog, you can help us make it grow more and more by supporting us in a concrete way by sharing posts, following social pages and with a contribution that helps us to move forward with our dissemination work.

5,00 €

ULTIMI ARTICOLI

Annunci

Il sogno del Cardiere e la mia fuga da Firenze

🇮🇹Johannes Cordier, italianizzato in Cardiere, l’avevo conosciuto a casa del Magnifico e vi racconto la storia di un sogno che fece che probabilmente mi indusse a scappare da Firenze
🇬🇧Johannes Cordier, Italianized into Cardiere, I met him at the Magnifico’s house and I will tell you the story of a dream he had that probably led me to flee from Florence

I ritratti dei figli dell’Urbino

🇮🇹Non amavo fare ritratti dal vero ma in tutta la mia produzione artistica ce ne sono eccome come ad esempio i due disegni che ritraggono i figli dell’Urbino che fu al mio fianco per 25 anni consecutivi…
🇬🇧I did not like to take portraits from life but in all my artistic production there is indeed such as the two drawings that portray the children of Urbino who was by my side for 25 consecutive years…

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

3 Comments »

Leave a Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: